Billboard Radar: da VV a Ganzo, le perle nascoste della settimana

E ancora: Trombone Shorty, Mikush e Ann Wilson. Alcune delle uscite più interessanti di scorso venerdì
VV, foto di Riccardo Lancia

Oltre che ad esserci stato il Concertone del Primo Maggio, quella da poco passata è stata una settimana piena di nuova musica. Il nuovo singolo di Sfera Ebbasta con Rvssian, quello di Anna con Lazza, gli album di Dutch Nazari, Clementino e Psicologi. Quindi non c’è niente di strano se qualcosa è stato perso per strada. Il Billboard Radar però è vigile, e non si è fatto scappare cinque tra le uscite più interessanti dello scorso venerdì.


VV – Ami Pensi Sogni Senti

Un luna park di suoni e testi, in cui VV gioca con le parole e con i groove. Ami Pensi Sogni Senti, album d’esordio della cantante milanese, è capace di dimostrare il suo valore senza doversi mai prendere troppo sul serio. La produzione, targata Fabrizio Nardelli (Psicologi, Tommaso Paradiso, Colapesce & Dimartino), assicura arrangiamenti e basi da 10 e lode, e al resto pensa VV. Ami Pensi Sogni Senti regala testi freschi e divertenti, che sanno fare da finestra sul mondo dell’artista. I ritornelli restano in testa e si fanno cantare e ricantare in continuazione. Dopo la sua partecipazione al Concertone del Primo Maggio, non poteva restare fuori dal Billboard Radar.


Billboard Radar: Dopamina, Quando Scocca la scintilla

Trombone Shorty – Lifted

Trombone Shorty, prodigio dei fiati che a 13 anni era già in tour con Lenny Kravitz e che ha recentemente vinto un grammy con l’amico Jon Batiste, torna a 5 anni dall’ultimo progetto solista con Lifted. Un album funk rock energetico e pieno di anima, con pochi featuring ma scelti con cura. Gary Clark Jr. e Lauren Daigle, due vere e proprie star del loro genere, il primo del blues/rock e la seconda nel christian pop. Per il resto, Trombone Shorty e la sua band se la “cavano” eccome, con il talento musicale che registra voce, tromba e trombone. Lifted è una giornata di domenica con il sole, in cui devi solo pensare a metterti comodo e godertela, con una perfetta colonna sonora in sottofondo.

Billboard Radar: Everybody In The World, I’m Standing Here

Mikush – Cosa Nostra

Mikush fa il salto nel vuoto con il primo EP Cosa nostra. Socio di Paki e promessa più importante dell’etichetta fondata dal rapper, Glory, Mikush mette nei suoi testi fame di successo e tanto flow. Anche grazie alle produzioni di Timongothekey, che sa far vibrare il basso e creare dei beat che potrebbero venire da Chicago come da Londra. Tra storie di strada e voglia di rivalsa, Mikush, con la voce profonda alla Pop Smoke, sa davvero rendere in maniera vivida le immagini che ha in testa, con uno storytelling efficace e forte. Cosa nostra è un passo importante non solo per Mikush ma per tutta la zona, che dimostra di aver più di un ambasciatore in serie A.

Billboard Radar: Bamba, Clan

Billboard Radar: tra il rock US ’80 e il bedroom pop partenopeo contemporaneo

Ann Wilson – Fierce Bliss

Giusto qualche giorno fa, rispolveravo quel rock anni ’80 fatto di band minori, quelle che funzionano quando più che una canzone in particolare, stai cercando un mood, uno stile (se vi ritrovate in questo, Watching The World di Cannata è consigliatissimo). Ed ecco che, neanche a farlo apposta, inciampo in Fierce Bliss. La voce degli Heart, Ann Wilson, torna con album che porta indietro di anni, con le chitarre che si lanciano in assoli lunghi minuti e le voci con tanto riverbero. E che voci…. La cantante, prossima ai 72 anni, mostra ancora graffio e capacità da protagonista in tutte le tracce. Oltre agli inediti, sono presenti tre cover: Bridge Of Sighs, la miglior performance della Wilson di tutto l’album, Mercenary Men degli Eurythmics e Love Of My Live dei Queen. Un album per nostalgici, sicuramente, ma chi non ha voglia di anni ’80, ogni tanto?

Billboard Radar: Bridge Of Sighs, Black Wing

Ganzo – San Castrese

Il primo album di Ganzo, giovane artista campano, è una dedica al patrone del suo paese, Marano di Napoli. “Qui il rispetto e la venerazione per la figura di San Castrese sono l’abc della vita Maranese. Io non mi reputo una persona religiosa praticante ma ho molto rispetto per la figura del Santo del mio posto e per la tradizione locale e la cultura del mio paese”. E così Ganzo, Francesco Coppola all’anagrafe, si districa tra bedroom pop e rnb, rime in dialetto e ritornelli in italiano, tutti convincenti. “O dice pure Paolo Fox, Ca nuje amm’a sta sempe ‘nzieme” è una delle migliori frasi d’amore dell’anno, per quanto mi riguarda. San Castrese ci dà una panoramica di un artista di talento, e mette curiosità riguardo alla sua esibizione al MiAmi Festival del prossimo 28 maggio.

Billboard Radar: O’tiempo, Gabbiani


Articolo Precedente
Jovanotti

Jovanotti e Ri-party-amo: «Jova Beach Party è un evento che ha l'intenzione di far bene le cose»

Articolo Successivo
Rosolo Roso

Rosolo Roso: in anteprima il video del singolo omonimo d'esordio

Articoli correlati

Total
1
Share