Billboard Radar: da ATARDE a Nostromo, le perle nascoste della settimana

E poi ancora NIO, Medy e ATARDE. Alcune delle uscite più interessanti dello scorso venerdì
Atarde
ATARDE, foto ufficio stampa

Malgrado le orecchie siano già ben tese, pronte ad ascoltare le esibizioni dell’Eurovision Song Contest, non ci siamo certamente persi tutte le uscite di questo venerdì. L’album di Tutti Fenomeni, i nuovi singoli di Marco Mengoni e di sangiovanni, l’esordio di Claudym e il ritorno di Nada. Per non parlare del primo estratto dal nuovo progetto di Kendrick Lamar, il cui video ha già fatto parlare il mondo intero. In questo turbinio di notizie e informazioni da assorbire, si fa presto a non approfondire tutte le uscite del venerdì. Tranquilli, ci pensa il Billboard Radar, che non si stanca mai di cercare, che basti farsi suggerire dall’algoritmo o fare ricerche “sentendosi fortunati”. Ecco i 5 più interessanti tra singoli e progetti usciti la settimana scorsa.


NIO – Twin Peaks

NIO presenta una bella commistione di generi, dove tutto sembra trovare il suo posto. Twin Peaks è un pezzo rap, ma è anche pop, è anche rock. La cosa importante non è dargli una categoria, ma che il brano spacchi, e questo spacca. Artista Asian Fake che ha già dimostrato ottime capacità vocali ed espressive nel precedente singolo Insomnia, NIO si fa aiutare da citazioni che vanno dall’antica Roma a David Lynch per portarci nel suo mondo. Impossibile non citare poi Estremo, il producer della traccia, che sa giocare con aggiunte e sottrazioni, a valorizzare la voce dell’artista. Quanto basta a far sì che il pezzo spinga, e si trovi nel Billboard Radar.


ATARDE – difetti di forma

L’esordio di ATARDE è uno di quei lavori che, quando li fai partire, devi arrivare in fondo. Perché difetti di forma, vera e propria presentazione in slide dell’animo dell’artista, è un viaggio da fare tutto di un fiato. Malgrado la composizione dei brani non sia stata ravvicinata, è facile percepire lo stile e il mood che racchiude l’intero progetto. “Riascoltandole in fila, mi sono reso conto che questi brani si rivolgono ad una specifica sensazione: sentirsi inutile, o meglio, sentire di non star facendo nulla di effettivamente utile, né per me stesso, né per gli altri”. Sono convinto che molti possano ritrovarsi in quel senso, e per questo difetti di forma non poteva restare fuori dal nostro Billboard Radar.

Billboard Radar: Bulbi, Nastro

Palmitessa – Luna

Palmitessa droppa una vera e propria hit. Luna, prodotta da Charlie Charles, racconta le relazioni della giovane artista, classe 97, tra notti insonni e delusioni. Il beat di Charlie spinge davvero tanto, con vibes a metà tra Charlie XCX e The Weeknd. Il flow di Palmitessa continua a giocare con gli accenti, cambiando pause e ripartenze ad ogni sezione. Il testo arriva al punto, restando facilmente in mente e mettendo voglia di ricantare il ritornello di Luna a ripetizione. Un brano senza pecche, pronto per diventare un tormentone e perfetto per il Billboard Radar.

Billboard Radar: Il nuovo volto di Medy e l’EP di Nostromo

Medy – Bisous

Seguito spirituale di Ma Jolie, Bisous è il nuovo singolo di Medy. Un beat travolgente, con il basso dritto che dà la carica, curato dal producer Timongothekeys. Su questo, le rime romantiche del giovane rapper bolognese raccontano il suo flirtare con una ragazza. In contemporanea è uscito anche il video, girato durante la festa di fine ramadan. Medy è con i suoi amici a cantare, in mezzo a luci colorati e costumi da orsi. Un brano che sottolinea la nuova direzione che l’artista sta prendendo, più orientato a far ballare e divertire il suo pubblico.

Nostromo – Canzoni per gusto, canzoni per fame

Con sonorità e parole che sembrano tornare indietro da un passato storico che non appartiene alla sua età, Nostromo presenta il suo EP Canzoni per gusto, canzoni per fame. Testi che ci raccontano la sua testa e il suo cuore. Brani dall’anima un po’ bohemien e pop quanto basta per farsi canticchiare. Malgrado le inspirazioni richiamino a volte al cantautorato degli anni 60/70, a volte a quell’indie di inizio 2000, non si tratta mai di scimmiottate. Nostromo ha un suo stile, un suo modo di vedere e raccontare le cose. Questo EP ne è testimonianza.

Billboard Radar: Aprile, Ho scritto


Articolo Precedente
Harry Styles - intervista - foto di Lillie Eiger

Harry Styles si apre sulla psicoterapia: «Volevo essere quello che poteva dire di non averne bisogno»

Articolo Successivo
Eurovision Maro

Eurovision, passano i Paesi con i pezzi più sentimentali a parte Moldavia, Norvegia e Ucraina

Articoli correlati

Total
0
Share