X Factor, terzo live: l’umiltà (non) è la virtù di chi passa alla prossima serata

Una serata all’insegna dei colpi di scena, dalla doppia eliminazione (forse inaspettata) di Vale LP e dei Karakaz alla chiusura del televoto in anticipo di Tersigni
Erio X Factor 2021
Erio sul palco del terzo Live Show di X Factor 2021, foto ufficio stampa

Molti dicono che una volta superato il terzo anno, in una relazione, la strada sia tutta in discesa. Forse, però, non si può dire lo stesso per i concorrenti di X Factor 2021, che durante il terzo live hanno dovuto affrontare non una, ma ben due eliminazioni.

“Credo che avere la terra e non rovinarla è la più bella forma d’arte che possiamo desiderare”. Si apre così il terzo Live del talent show di Sky, con un aforisma di Andy Warhol. L’apertura è tutta dedicata al cambiamento climatico. Il tempo sta per scadere e a ricordarcelo non è solo il nostro pianeta, ma anche i giovani che scendono in piazza a manifestare e i big della terra che si sono incontrati alla Cop26.

Se da un lato continua la scelta degli outfit pessimi per Ludovico Tersigni, l’apertura del terzo live show è da incorniciare. Al di là della tematica importante, a rendere il momento quasi solenne ci pensa Dardust, primo ospite della serata.

Per questa terza puntata, come abbiamo già detto, doppia eliminazione a X Factor 2021.

Dal cuore rotto di Fellow alla magnifica esibizione di Baltimora

Ad aprire le danze del terzo live è Fellow. Sceglie un brano che parla a tutti i “cuori rotti”, come li definisce Mika: Nemesis di Benjamin Clementine. Questo ragazzo ha il potere di essere inquietante e allo stesso tempo magnetico semplicemente utilizzando la voce. Benjamin Clementine gli ha fatto i complimenti e noi concordiamo sul fatto che questo giovane artista ha davvero tanto potenziale.

Arriva il momento di Vale LP. Come vi abbiamo raccontato la scorsa settimana, dopo esserci presi un po’ di tempo per esprimere un giudizio, abbiamo ritrovato l’artista determinata delle Auditions anche questa sera. Dopo Gabriella Ferri, la concorrente di Emma ha proposto una versione intima di Stavo pensando a te di Fabri Fibra. L’ha resa sua e ha portato a casa un gran pezzo.

La prima nota dolente della terza serata live di X Factor arriva con Versailles. Dopo essere andato al ballottaggio sembra più spaventato che convinto. Il suo giudice, Manuelito, gli ha detto: “Sul palco o dai tutto, o non dai niente”. Lui, questa volta, con un mash up di In Bloom dei Nirvana e Six Feet Under di Billie Eilish è rimasto ancora una volta a metà, portando sul palco l’antirock, come sottolineato da Manuel Agnelli.

Riconfermiamo il nostro giudizio positivo per i Bengala Fire, che salgono sul palco di X Factor 2021 con la loro versione, un po’ robotica nei movimenti, ma che rende perfettamente l’idea del messaggio del brano, Making Plans for Nigel degli XTC. Noi a differenza di Mika, apprezziamo anche il loro accento british, anche se vengono da Treviso.

In tutto questo, Tersigni sembra meno rigido, e questo è sicuramente un bene. Peccato che a volte sembri l’amico, quello che c’è in qualunque gruppo, che fa battute che non fanno ridere e creano svariati momenti di gelo. Così, ad esibirsi durante la prima manche ci sono anche Le Endrigo, che portano sul palco Certi Uomini di Francesco Bianconi. Una scelta diversissima rispetto alla settimana scorsa (Raffaella Carrà), ma anche rispetto al loro inedito “paracul rock”. Chi sono, quindi, Le Endrigo? Difficile dirlo e questa canzone non è decisamente nelle loro corde.

Uno che sicuramente ha meritato di passare subito alla quarta serata dei live di X Factor è Baltimora, che chiude la prima manche. Hell Raton dice che è rimasto un po’ nell’ombra, ma non è assolutamente così. Con Turning Tables di Adele si cimenta in un brano non facilissimo, in una versione interessante con una produzione che stravolge completamente il mood del pezzo. Si può dire che è una figata? Baltimora ha rischiato e gli è andata bene.

X Factor 2021, i giudici si scaldano per i Mutonia

La prima manche si conclude con l’ospite speciale di questo terzo live del talent show di Sky: Gazzelle. Il cantautore romano propone una versione chitarra e voce di uno dei suoi ultimi successi, Destri, e ci fa ascoltare in anteprima il suo nuovo singolo, Fottuta canzone, uscito oggi. Un bel momento prima del ballottaggio, che vede Vale LP e Le Endrigo a rischio eliminazione.

La seconda manche del terzo Live Show si apre con i Mutonia. Che dire, con Sports dei Viagra Boys sicuramente non sbagliano, anche se potrebbero fare di più. Non convincono al 100% i giudici anzi, soprattutto Mika, però il loro atteggiamento li frega. Il frontman Matteo si mostra decisamente menefreghista mentre quest’ultimo sta esprimendo il suo giudizio, pare di intravedere anche un dito medio, sicuramente il cantante si alza il pantaloncino in segno di presa in giro. Tanto che Hell Raton interviene richiamando l’importanza del portare rispetto verso il loro lavoro che è poi il portare rispetto.

Se da una parte Nika Paris con Lonely di Justin Bieber prova a portarci nel suo mondo intimo, cantando per la prima volta in inglese, dall’altra gIANMARIA ha un compito difficilissimo: riuscire a non rovinare un capolavoro come Io sto bene dei CCCP. E riesce a fare un ottimo lavoro, muovendosi come una mina impazzita sul palco, ma riuscendo comunque ad essere credibile e concentrato.

La seconda manche si conclude con due performance completamente opposte. Se i Karazaz portano la loro versione, come sempre con un pizzico di rabbia, dei Feel Good Inc. dei Gorillaz, decisamente ben riuscita, Erio ancora una volta ci porta sull’orlo di una crisi di pianto con The Greatest di Lana Del Rey.

Il ballottaggio inaspettato e l’eliminazione di Vale LP e dei Karakaz

Dopo la seconda manche inizia il caos. A finire al ballottaggio sono Nika Paris e, contro ogni aspettative, i Karakaz. Tersigni apre il televoto, i concorrenti si esibiscono e fin qui tutto bene. Peccato che il giovane presentatore di questa quindicesima edizione del talent show chiuda il televoto prima del tempo. Nulla di grave, ma i giudici non hanno la possibilità di spendere qualche parola per i loro protetti quando il televoto è ancora attivo.

La prima eliminata di questa serata con doppia eliminazione è Vale LP. Noi non ce lo saremmo mai aspettati, anche se nell’ultima esibizione prima del televoto pare decisamente poco motivata. Sicuramente aveva ancora tanto da raccontare e siamo curiosi di vedere quale sarà il suo percorso fuori. Nika Paris si salva, invece. Così, davanti ai giudici abbiamo due band, forse ancora una volta il segno che il pubblico a casa non sta apprezzando i gruppi proposti quest’anno.

Emma e Hell Raton eliminano i rispettivi concorrenti. Un gesto di fair play apprezzato, per dimostrare che oltre alla competizione anche i legami affettivi hanno valore all’interno di X Factor. Così, si va al tilt. In 200 secondi è ancora una volta il pubblico a decretare chi dovrà abbandonare il talent: i Karakaz. Un vero peccato, contando che c’è chi ha fatto peggio di loro. Tersigni sembra provato da un finale di puntata non facile da gestire.

Questa volta abbiamo visto un po’ più di pepe nei giudici. Ma ancora non basta. Tersigni ha sicuramente ancora tanta strada da fare. Sentirà sicuramente il peso di un palco importante e ha ancora diverse puntate davanti a sé per migliorare.

Almeno per noi, le due eliminazioni di questa sera sono inaspettate. Ma, come avrete letto nel titolo, l’umiltà non viene premiata, questa volta, nel passare alla quarta puntata dei Live Show di X Factor.

Articolo Precedente
Vasco Rossi, foto di Gianluca Simoni

Vasco e la vita, che - forse - un senso ce l'ha. L'intervista

Articolo Successivo
Arctic Monkeys

Gli Arctic Monkeys stanno per tornare: il nuovo album è quasi pronto

Articoli correlati
Total
5
Share