“Ancient Dust”: ecco l’ultimo videoclip di Lui Hill in anteprima su Billboard Italia

Il nuovo singolo di Lui Hill “Ancient Dust” (in esclusiva su Billboard Italia) chiude la sua serie di videoclip. Scoprili qui
Lui Hill presenta il suo nuovo singolo Ancient Dust
Lui Hill presenta il suo nuovo singolo “Ancient Dust”

Si tratta dell’ultimo di cinque brani estratti dal suo album di debutto. Lui Hill che, della continua sperimentazione ne ha fatto un suo punto (riconoscibile) di forza, ha voluto presentare i suoi pezzi in una modalità particolare.

Con la pubblicazione dell’ultimo Ancient Dust, infatti, Lui conclude una serie di cinque videoclip che raccontano un’unica storia. Che parla di sé. Ma anche di un mondo intorno a lui, spesso buio e pieno di ombre. La (bellissima) regia è di Christoph Varga.

In anteprima per i lettori di Billboard Italia il videoclip del quinto e ultimo singolo, Ancient Dust. Eccolo:

 

Il testo di questo brano indica il sentimento di disperazione che si prova dopo un lungo viaggio. Conflitti e incomprensioni sono alla base di Ancient Dust. «Durante la scrittura e la registrazione del pezzo, ho provato a rendere tangibili i lati chiari e oscuri dell’essere umano. C’è un punto in cui la chiave di base passa direttamente da minore a maggiore: questo è l’elemento surprise. Qualcosa che vedo nelle persone e nei loro comportamenti».

Ecco invece i quattro videoclip precedenti. Spiegati uno per uno.

Il primo videoclip della serie di Lui Hill: 5000 Miles

Si tratta di un cortometraggio girato negli angoli scuri di Los Angeles. Tre personaggi lontani che si sentono vicini solo per l’idea di un’unica destinazione comune. L’artista ha affermato: «Il tema è il percorso».

Il secondo videoclip della serie: 5000 Miles Remix

Si continua con la storia che si è inaugurata nel primo capitolo di questa serie. Con questo remix, l’immagine diventa sempre più oscura e astratta. La regia è sempre di Christoph Varga.

Il terzo videoclip della serie di Lui Hill: Revolver

Revolver. Ossia la sensazione di essere fermi, immobili, bloccati, in una situazione poco comoda. Quale potrebbe essere una soluzione? La fuga? O forse basta convincersi che presto passerà tutto? Le influenze musicali di questo terzo brano sono numerose.

Il quarto videoclip della serie: Words Become Useless

Piano, basso e batteria sono suonati dallo stesso Lui Hill che ha raccontato: «Voglio permettere alla semplicità dei testi di guidare attraverso la canzone, immaginando di suonare in una sorta di futuristico trio jazz. Adoro i riff e penso che questo possa essere il riff più divertente che io abbia mai scritto finora per un pianoforte». Il videoclip si apre con un’immagine dell’artista in un loft di Los Angeles. C’è grande tensione: «Ho scritto questo pezzo su una relazione a distanza, e su come ci si innamora spesso della sensazione di desiderare un’altra persona».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente
I Linkin Park: il 22 settembre 2018 all'Alcatraz di Milano il tributo a Chester Bennington con i Julien-K

Un anno senza Chester Bennington: il 22 settembre l'evento-tributo a Milano

Articolo Successivo
Giorgio Poi

Giorgio Poi: «Io indie? Molto meglio itpop!» - Intervista


Articoli correlati
Total
110
Share