Travis Scott ha lanciato la sua fondazione benefica e ha vinto il premio RAD

Travis Scott, attraverso i fondi ricevuti dal premio, prevede di dare diverse borse di studio agli studenti delle università HBCU
Travis Scott
Travis Scott, foto di Daniel Sannwald

Travis Scott, famoso per i suoi successi Sicko Mode e Highest in the Room, ha fatto un gesto da vero filantropo. A ottobre il rapper ha scritto su Twitter che avrebbe pagato un semestre di tasse scolastiche a cinque studenti di college e università storicamente neri. Dopo aver scelto i destinatari dei soldi tramite social, Travis Scott ha lanciato la sua fondazione benefica Cactus Jack Foundation.

La fondazione ha collaborato con la sua città natale, Huston, per distribuire 50mila pasti gratuiti ai residenti durante la gelata del Texas a febbraio. Grazie ai suoi successi in ambito musicale, Travis Scott è stato nominato ai Grammy, ha vinto il RAD, il Red Carpet Advocacy Impact Awards, che onora le figure culturali che sono di ispirazione nel loro lavoro. Insieme a lui in nomination c’erano: Charlize Theron, Priyanka Chopra Jonas, Laverne Cox e Margot Robbie.

In questo contesto, Luxury Store at Amazon ha collaborato con RAD per sottoscrivere donazioni a cinque enti di beneficienza scelti dalle celebrità. Così, è stato creato uno shop online e tutti i ricavati, fino al prossimo 30 aprile, saranno devoluti a questi enti.

La fondazione di Travis Scott, che riceverà i contributi da Amazon, prevede di dare diverse borse di studio agli studenti della HBCU. Parallelamente il rapper sta lavorando ad un progetto a Huston per un centro di educazione al design per i giovani.

L’Associated Press ha di recente parlato con Travis Scott di filantropia e di altri lavori.

Perché ha deciso di lanciare la sua fondazione in autunno? E come selezionate gli studenti che riceveranno le borse di studio?

Ho sentito che condividere l’ispirazione e la conoscenza è fondamentale. È uno dei miei obiettivi principali. Mio nonno, da parte di mio padre, era un decano della scuola di specializzazione alla Prairie View A&M. Mia nonna insegnava a Prairie View, e mio padre e tutti i miei zii sono andati a scuola lì, e anch’io ci sarei dovuto andare. Ma sono andato in un’altra scuola (l’Università del Texas, San Antonio). Il desiderio di istruirmi è nato dalla mia famiglia.

Sono andato al college e vorrei averlo finito, ma non l’ho fatto. Per altri motivi, anche finanziari, ho avuto un altro tipo di spinta. Mio nonno è morto non molto tempo fa. Voglio usare ogni tipo di potere che ho per portare avanti la sua eredità che mi ha instillato per aiutare chi vuole avere un’istruzione. La borsa di studio è solo un aspetto della fondazione. Quando ne abbiamo date in passato, le matricole non potevano nemmeno andare al campus a causa della pandemia. Non potevano nemmeno godersi la vita del campus, e i loro genitori probabilmente non potevano andare a lavorare.

Voglio solo aiutare. È qui la connessione con mio nonno: aiutare alcuni di questi ragazzi che provengono dalla mia stessa comunità, è importante. Specialmente alcuni di questi giovani che vanno alle HBCU. Mia sorella va alla Howard University e mio fratello alla Prairie View A&M. Molte persone farebbero un sacco di cose se le difficoltà non gravassero su di loro. Quindi, ogni volta che si può arrivare a togliergli questo peso dalle spalle, è fantastico.

Quante altre borse di studio pensa di dare con i nuovi fondi che la fondazione sta ottenendo dal negozio di lusso di Amazon e la sua partnership con i premi RAD?

Voglio darne il maggior numero possibile ogni anno. Con il passare degli anni e le maggiori opportunità che abbiamo di essere in grado di dare borse di studio, vogliamo sicuramente farlo. Speriamo di poterle raddoppiare e triplicare ogni anno. Stiamo anche per iniziare a creare uno spazio per ascoltare le idee dei creativi e metterle in pratica.

Ha anche collaborato con la New Schools Parsons of Design di New York e con My Brother’s Keeper, Houston – un’iniziativa per ridurre il divario di opportunità per i ragazzi e i giovani uomini delle minoranze a Houston – per portare i programmi di fashion design della Parsons in città. Perché ha voluto portare questo programma nella sua città?

A Houston, o in città come Houston, non abbiamo scuole collegiali come la Parsons dove le persone possono tirare fuori le loro idee. Bisogna andare a New York City, Londra o Parigi. Ma ci sono persone nello stato del Texas, nel Sud o nel Midwest che sono davvero creative, ma non hanno questo sbocco. Con questo programma, i ragazzi delle scuole superiori o del college possono iniziare a imparare quando non hanno le finanze per andare fino a New York. Per fortuna, Parsons ha collaborato con me per creare questo sogno e stabilirlo a Houston per aiutare più creativi della mia città natale.

Forbes una volta l’ha definita “l’uomo che sussurra ai marchi dell’America corporativa” a causa dei suoi accordi di endorsement di successo con aziende come McDonalds. Qual è la forza trainante dietro?

Non le vedo come sponsorizzazioni, ma come partnership. La cosa principale di quello che faccio con la mia squadra della Cactus Jack Foundation è creare un collegamento con questi marchi. Si tratta di portare il cambiamento e ispirare le aziende a fare cose diverse che si collegano davvero a quello che loro chiamano consumatori e che io chiamo esseri umani, veri fan.

Sarà l’headliner di Rolling Loud a Miami questo luglio, uno dei primi grandi festival musicali in programma dopo che molti di essi sono stati rinviati o cancellati a causa della pandemia di COVID-19. Come pensa che sarà?

Non vedo l’ora. Sono eccitato e pronto a salire sul palco e vedere ancora le persone scatenarsi. Oh, mio Dio. Ci sono così tante canzoni che non ho ancora mai portato live!

Articolo Precedente
Lo Stato Sociale, foto di Jessica De Maio

Albi de Lo Stato Sociale: «La ricerca contro le leucemie ha bisogno di noi ora»

Articolo Successivo
Kodak Black, sul palco durante il Dying to Live tour al Hollywood Palladium, nel marzo del 2019. Scott Dudelson/Getty Images

Kodak Black si dichiara colpevole dell'aggressione alla teen-ager


Articoli correlati
Total
3
Share