Travis Scott è stato multato per aver causato un assembramento

Per il lancio della attesa collabo con Mc Donald’s, Travis Scott si era presentato fuori da un ristorante della catena, generando il caos in pochi minuti
Travis Scott

La visita di Travis Scott ad un ristorante McDonald’s a Downey, in California, è stata un piacere per i fan. Per la polizia, non tanto.

Scott è stato infatti multato per l’appuntamento promozionale che ha raccolto decine di fan ma non aveva i permessi necessari.

Il video della bravata suggerisce che i fan dell’artista non erano troppo preoccupati per le distanze sociali, e molti non indossavano le mascherine.

Travis Scott e la catena di hamburger a quanto pare non avevano i documenti necessari per un raduno di 200 persone o più, tantomeno l’approvazione per filmare.

La rapstar è stato punita con una multa di $ 200, stando ai report della polizia. I suoi portavoce devono ancora rispondere.

Nello specifico, Travis Scott si era fermato al McDonald’s in Florence Avenue, il terzo locale più antico della catena, per pubblicizzare il suo nuovo pranzo “firmato”. Che, ovviamente, sta andando a ruba.

Per pubblicizzare ulteriormente la collaborazione, Trav sta anche pubblicizzando un singolo digitale, Franchise, disponibile al prezzo di 69 centesimi.

Articolo Precedente
Kanye West fuori dal Coachella: il festival non ha voluto costruirgli una cupola gigante

È tutto vero: Kanye West ha urinato sul suo Grammy Award

Articolo Successivo

Apple Piazza Liberty: stasera c'è "La storia dei Beastie Boys"

Articoli correlati
Total
2
Share