“Smells Like Teen Spirit” oltre il miliardo di stream: i Nirvana nel Billions Club di Spotify

“Smells Like Teen Spirit” entra nel club dei miliardari (di stream) nella playlist della piattaforma dedicata alle hit più ascoltate di sempre. Ecco alcuni dei titoli
Kurt Cobain, foto di Charles Peterson / Retna Ltd

I Nirvana hanno appena superato il miliardo di stream su Spotify con l’iconica Smells Like Teen Spirit, datata 1991. Ebbene sì: il brano contenuto nel secondo album in studio della band di Kurt Cobain, Nevermind, quest’anno compie 30 anni e il nuovo record lo rende la seconda hit degli anni ’90 a entrare nell’Olimpo dei “miliardari” sulla piattaforma di streaming fondata da Daniel Ek.

La prima di quel periodo a superare la soglia del miliardo è stata Wonderwall degli Oasis, raggiungendo lo stesso traguardo del brano dei Nirvana nell’ottobre del 2020. La stessa Spotify ha dedicato alle canzoni più iconiche (e cliccate) della storia una playlist, la “Billions Club”, nella quale sono presenti tutti i brani che hanno accumulato più di un miliardo di ascolti dal loro debutto in digitale ad oggi.

Chi vuol esser miliardario? Ecco le hit della Billions Club

Se siete curiosi di sapere alcuni dei nomi presenti nella Billions Club – oltre alla new entry firmata Nirvana, naturalmente – eccovi serviti. In testa alla playlist troneggia Shape of You di Ed Sheeran, contenuta nell’edizione deluxe dell’album ÷ del 2017. Spoiler: su YouTube il video ufficiale è quasi a 6 miliardi di visualizzazioni. Praticamente, l’85% della popolazione mondiale potrebbe aver visto almeno una volta il video della canzone. Segue poi Drake con la sua One Dance insieme a WizKid e Kyla, estratta da Views, album del 2016.

L’urban la fa ancora da padrone con i nomi di Post Malone (Rockstar, feat. 21 Savage), Cardi B (I Like It, insieme a Bad Bunny e J Balvin), ma ci sono anche Travis Scott, The Weeknd e Juice WLRD. Spazio anche al pop di artisti come Justin Bieber (la sua Sorry ha superato il miliardo e più anche su YouTube), Billie Eilish e Calvin Harris insieme a Dua Lipa (One Kiss).

Per i più malinconici, non mancano le hit strappalacrime di Lewis Capaldi e Adele (quest’ultima, con Hello ha dominato le classifiche dell’anno di uscita, il 2015, vincendo numerosi Grammy) e combinazioni interessanti come The Chainsmokers e Coldplay con Something Just Like This.

Insomma: fra i brani più popolari ci sono sicuramente hit recenti e, con l’avvento del digitale, la loro fruizione in streaming ha decisamente influito sulla performance dei singoli e sul conteggio degli ascolti. Eppure, nell’elenco della Billions Club – oltre a Nirvana e Oasis – resistono anche gruppi storici come i Queen, con più di un loro successo in playlist: titoli come Don’t Stop Me Now, Another One Bites the Dust e l’intramontabile Bohemian Rhapsody.

Puoi ascoltare la Billions Club di Spotify a questo link.

Articolo Precedente
Britney Spears

Christina Aguilera in supporto a Britney Spears: «Il mio cuore va a lei»

Articolo Successivo
Giungla - Turbolence - intervista - foto di Olimpia Rende

“Turbulence”, il pop secondo Giungla: «Che sia variegato e riconoscibile»


Articoli correlati
Total
4
Share