Puglia Sounds Plus: 82 progetti ammessi al primo finanziamento dei bandi

I progetti ammessi riguardano produzione artistica, discografia, circuitazione in Italia e ripartenza dell’attività all’estero
Bandadriatica Puglia Sounds Plus
Bandadriatica, foto ufficio stampa

Sono 82 i progetti che diffondono la cultura musicale pugliesi ammessi al primo finanziamento dei bandi di Puglia Sounds Plus, linea di intervento per sostenere e rilanciare il comparto musicale. L’iniziativa è stata lanciata nel 2020 da Puglia Sounds.


Gli 82 progetti sono stati selezionati tra le 319 istanze ricevute. Un risultato che conferma l’efficacia dell’azione, prima in Italia, pensata per accompagnare il rilancio dell’intero settore. Tutti questi sono finalizzati al rilancio del comparto, con interventi specifici su: produzione artistica, discografia, circuitazione in Italia e ripartenza dell’attività all’estero.


«La grande partecipazione di artisti e operatori agli avvisi pubblici Puglia Sounds Plus conferma che la strada che abbiamo intrapreso nel 2020 è quella giusta». A dirlo è il presidente della Regione, Michele Emiliano.

«I bandi di Puglia Sounds sono un fiore all’occhiello della Regione e sono diventati un modello a livello nazionale. Con questa azione rilanciamo un comparto che ha molto sofferto in questi utimi due anni e acompagniamo l’intera filiera musicale verso l’agognata ripresa delle normali attività».

Anche Cesare Veronico, coordinatore artistico di Puglia Sounds/Medimex, ha commentato l’iniziativa: «Anche questa tornata di bandi conferma la grande vitalità e la notevole qualità della musica pugliese. Un comparto che continua anno dopo anno a produrre progetti di alto livello». E ha continuato: «Questi primi risultati sono la dimostrazione che il comparto è dinamico e prolifico nonostante i due anni di crisi. Ma anche che i nostri bandi sono uno strumento importante per accompagnarli nella ripresa».


Articolo Precedente

A$AP Rocky ha pagato una cauzione di 550 mila dollari per uscire di prigione

Articolo Successivo
Tredici Pietro

Tredici Pietro non si racconta come un classico rapper, dagli amici al padre da cui imparare. L'intervista

Articoli correlati

Total
1
Share