Piano City Milano 2022: torna la musica in tutta la città

L’evento, giunto nella sua 11esima edizione, porterà concerti in zone e luoghi molto diversi tra loro
Abdullah Ibrahim, foto comunicato stampa

Torna con la 11esima edizione Piano City, festival che porta la cultura e la passione per il pianoforte, e per la musica, in tutta Milano. In una fittissima serie di appuntamenti e iniziative, il programma promette grandi eventi, per tutti i gusti, e coprendo sempre più zone della città.


«Ci sono manifestazioni che sanno parlare della città alla città: Piano City Milano è una di queste» ha detto il Sindaco di Milano Giuseppe Sala. «Durante la tre giorni di questo straordinario festival, il linguaggio universale della musica risuonerà davvero in tutta Milano. Il talento degli oltre 300 artisti che si esibiranno animerà luoghi storici, location inedite e spazi in via di riqualificazione. Concerti unici ed emozionanti che, sulle melodie dei pianoforti, permetteranno al pubblico di scoprire come la città sta cambiando».


«Piano City Milano è il festival che accompagna una città viva e dinamica con musica da tutto il mondo. I pianoforti prendono posto in ogni quartiere, dai giardini della Galleria d’Arte Moderna fino a oltre i confini urbani. Nei nuovi luoghi di Milano e in altri in trasformazione aperti eccezionalmente in anteprima» ha commentato Ricciarda Belgiojoso, Direzione Artistica di Piano City Milano.

Il programma di Piano City Milano

Più di 200 concerti, oltre i 300 artisti in 100 location, il tutto in tre giorni. Piano City Milano abbraccerà praticamente tutta la città con i suoi eventi.

L’apertura, alla Galleria d’Arte Moderna (GAM) è stata affidata ad Abdullah Ibrahim, jazzista sudafricano di fama mondiale. Considerato da Mandela il Mozart del paese, e che ha collaborato con mostri sacri come Ellington, Coltrane e Monk, solo per citarne alcuni, la sua esibizione è sicuramente tra le imperdibili del festival.

Da lì in poi, tantissime le iniziative, al GAM come alla Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci, il Conservatorio Giuseppe Verdi, il Ridotto dei Palchi Arturo Toscanini presso il Teatro alla Scala e BASE. E poi ancora il Monte Stella, la Collina dei Ciliegi di Bicocca che ospiteranno i concerti all’alba, mentre nei campi di Vaiano Valle e al Belvedere 39° piano di Palazzo Lombardia si terrano i tramonti.

Altre iniziative interessanti sono le Piano Lesson, incontri in cui i grandi maestri svelano i loro segreti al pubblico, e quelle per i più piccoli come Toy Piano, aperto ai ragazzi tra i 5 e i 10 anni.

Gli eventi saranno tutti gratuiti, ma per alcuni occorre prenotarsi. Tutte le informazioni, nonché il calendario compleato di Piano City Milano, si possono trovare al sito ufficiale.


Articolo Precedente
Matteo Romano

Matteo Romano: «Ben vengano le insicurezze, vuol dire che ci mettiamo in discussione»

Articolo Successivo
Ultimo

Ultimo, annunciata la collaborazione con Ed Sheeran per "2step"

Articoli correlati

Total
2
Share