Oscar 2022: nella shortlist per la miglior canzone anche Beyoncé, Jay-Z e Billie Eilish

Quindici nomi da ben ottantaquattro iniziali: fra i candidati di quest’anno spiccano anche H.E.R., Jennifer Hudson, U2, Ariana Grande e diversi autori e compositori d’eccezione per la miglior colonna sonora originale
Beyoncé e Jay-Z nel 2020. Kevin Mazur/GI per Roc Nation
Beyoncé e Jay-Z nel 2020. Kevin Mazur/GI per Roc Nation

Nelle ultime ore c’è stato parecchio fermento sull’argomento Oscar 2022. L’Academy ha infatti reso note proprio ieri sera, 21 dicembre, le shortlist dei candidati alla prossima edizione dei premi, svelando quindici nomi per ogni categoria, da cui poi verrà definita la lista definitiva.


Tra tutte le categorie, quella su cui c’è chiaramente più attenzione è quella che premierà il Miglior film di quest’anno, insieme al Miglior film internazionale in cui (come appena annunciato) c’è anche l’Italia con l’ultima pellicola di Paolo Sorrentino, È stata la mano di Dio.


Tornando alla musica, invece, due sono le categorie degli Oscar 2022 per cui sono stati annunciati candidati d’eccezione, con altrettanti film ai quali i diversi brani originali fanno da colonna sonora. Non mancano infatti nomi illustri a contendersi il premio per la Miglior canzone originale e per la Miglior colonna sonora originale.

I candidati agli Oscar 2022 nella shortlist della Miglior canzone originale

I quindici titoli scelti per concorrere al premio di Miglior canzone originale sono stati scremati da un’ulteriore lista di ben ottantaquattro nomination iniziali. Soltanto cinque, poi, saranno scelte per la corsa finale. Fra i candidati agli Oscar 2022 spiccano le canzoni firmate da Beyoncé e Jay-Z (la prima coppia nominata agli Oscar per una canzone originale a competere l’uno contro l’altra) per il film King Richard (lei) e per The Harder They Fall (lui).

Seguono poi Billie Eilish con No Time To Die, brano originale realizzato per l’ultimo 007, gli U2 per Sing 2 e Ariana Grande e Kid Cudi per il film Don’t Look Up. La lista prosegue anche con Jennifer Hudson con Here I Am (brano del biopic su Aretha Franklin, Respect), H.E.R. per la seconda volta in competizione con Automatic Woman, e gli storici Brian Wilson e Jim James con il brano Right Where I Belong.

La shortlist per la Miglior colonna sonora originale

Nella shortlist della Miglior colonna sonora originale, invece, troviamo fra gli altri il chitarrista dei Radiohead, Jonny Greenwood, presente con ben due titoli (Power of the Dog e Spencer). Stessa cosa per Hans Zimmer che vede le musiche di Dune e di No Time To Die candidate entrambe nella categoria, insieme a Alexandre Desplat per The French Dispatch, Robert Aiki Aubrey Lowe per Candyman e Nicholas Britell per Don’t Look Up.

Qui sotto l’elenco completo di entrambe le shortlist (in ordine alfabetico):

Miglior canzone originale

So May We Start? da Annette

Down To Joy da Belfast

Right Where I Belong da Brian Wilson: Long Promised Road

Automatic Woman da Bruised

Dream Girl da Cinderella

Beyond The Shore da CODA

The Anonymous Ones da Dear Evan Hansen

Just Look Up da Don’t Look Up

Dos Oruguitas da Encanto

Somehow You Do da Four Good Days

Guns Go Bang da The Harder They Fall

Be Alive da King Richard

No Time To Die da No Time to Die

Here I Am (Singing My Way Home) da Respect

Your Song Saved My Life from Sing 2

Miglior colonna sonora originale:

Being the Ricardos

Candyman

Don’t Look Up

Dune

Encanto

The French Dispatch

The Green Knight

The Harder They Fall

King Richard

The Last Duel

No Time to Die

Parallel Mothers

The Power of the Dog

Spencer

The Tragedy of Macbeth


Articolo Precedente
Kanye West

Kanye West si è trasformato in un moderno Babbo Natale

Articolo Successivo
Mariah Carey

Perché Mariah Carey è (ancora) la regina indiscussa del Natale

Articoli correlati
Total
2
Share