È stato ucciso a Los Angeles il rapper Nipsey Hussle

Il rapper Nipsey Hussle è stato ucciso in una sparatoria fuori dal suo negozio a Los Angeles ieri pomeriggio, domenica 31 marzo
È stato ucciso a Los Angeles il rapper Nipsey Hussle
Tiffany Rose/WireImage

Nipsey Hussle è stato ucciso in una sparatoria fuori dal suo negozio Marathon Clothing a Los Angeles ieri pomeriggio, domenica 31 marzo, secondo il Los Angeles Times e la NBC. E successivamente confermato dal sindaco della città. Aveva 33 anni.

Altri due sono stati uccisi prima che il sospettato fuggisse, ha detto a Billboard una fonte del Los Angeles Police Department. Sebbene i funzionari delle forze dell’ordine non possano rilasciare immediatamente i nomi, hanno confermato che le altre due vittime sono in condizioni stabili. Una dichiarazione pubblicata sull’account Twitter di LAPD recita: «Verso le 15:20 ci sono stati degli spari nella zona di Slauson Ave e Crenshaw Blvd. Tre vittime sono state trasportate in un ospedale locale dove una persona è stata dichiarata deceduta. Saranno forniti maggiori dettagli non appena saranno disponibili».

Le parole del sindaco di Los Angeles

Tuttavia, il sindaco di Los Angeles Eric Garcetti ha confermato la notizia sul suo account Twitter ieri sera: «I nostri cuori sono con i cari di Nipsey Hussle. Sono tutti toccati da questa tragedia terribile. È profondamente terribile ogni volta che una giovane vita viene persa per violenza insensata. Il mio team di risposta alle crisi sta aiutando le famiglie a far fronte allo shock e al dolore».



Il ricordo dell’Atlantic Records

La polizia ha chiuso l’area mentre le indagini continuavano. Domenica sera tardi, la Atlantic Records ha reso omaggio all’artista. «Le parole non possono esprimere la nostra tristezza: Nipsey non era solo uno dei più grandi artisti con cui abbiamo lavorato, ma un padre e un leader incredibile nella sua comunità», si legge in una nota. «Una delle stelle più gentili e brillanti dell’universo. È stato di ispirazione per tutti. Ci mancherà lui, la sua musica e tutto ciò che è stato per lui. La nostra più profonda comprensione, amore e preghiere vanno alla sua famiglia».

Poco prima della sparatoria, Nipsey aveva twittato: «Avere nemici forti è una benedizione».

La storia artistica di Nipsey Hussle

Il rapper (vero nome Ermias Ashedom) ha aperto il suo negozio di Los Angeles nel 2017. Ha pubblicato il suo album di debutto nominato ai Grammy, Victory Lap, nel 2018. Si è esibito al party di Warner Music Group ai Grammy nel centro di Los Angeles nel febbraio 2019.

Victory Lap ha debuttato e ha raggiunto la sua posizione migliore alla #4 della Billboard 200. È apparso nella classifica Top R & B / Hip-Hop Album per ben tre volte, con Crenshaw (alla #61 nel 2013), Mailbox Money (alla #18 nel 2015) e Victory Giro (alla #3 nel 2018). Le sue canzoni – inclusa la collaborazione di successo del 2010 con Lloyd, Feelin ‘Myself – hanno generato 832 milioni di stream.

«Penso solo che la quantità di vita, la quantità di narrativa, la quantità di verità, la quantità di pezzi di storie di vita di qualcuno che sono entrati in Victory Lap siano i motivi per cui il mio album è il miglior album rap del 2018» ha detto a Billboard a dicembre. «Non stavo cercando di fare l’album dell’anno, stavo solo cercando di fare qualcosa che avrebbe superato la prova del tempo».

Articolo Precedente
Jennifer Lopez è sul set di Hustlers

Jennifer Lopez: la foto sul set di "Hustlers"

Articolo Successivo
Home Festival Pop-Up Store: il programma dell'evento alla Design Week

Home Festival Pop-Up Store: il programma dell'evento alla Design Week

Articoli correlati
Total
14
Share