Manuel Agnelli risponde a Morgan: «Meglio informarsi prima di aprire bocca»

All’alba della nuova edizione del talent, il leader degli Afterhours si è espresso sulle dichiarazioni di Morgan, in cui quest’ultimo ha criticato le scelte dei giudici di X Factor
Manuel Agnelli
Manuel Agnelli

È tutto pronto per il ritorno questa sera su Sky Uno della nuova edizione di X Factor, e fra l’attuale giudice Manuel Agnelli e un veterano del programma, Morgan, è già in corso un acceso botta e risposta. Colpa di un’intervista in cui l’ex leader dei Bluvertigo si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni dirette ai giudici di quest’anno.

Morgan, per l’appunto, habitué del format in quanto per ben sette edizioni è stato dietro il bancone della giura, dopo aver lasciato il programma si è esposto dicendo la sua sulle scelte dei suoi successori. In sostanza, l’accusa è quella di non aver avuto il coraggio di “osare” nelle loro scelte musicali. Morgan, lo ricordiamo, ha portato alla vittoria di X Factor cinque dei suoi concorrenti (Aram Quartet, Matteo Becucci, Marco Mengoni, Chiara Galiazzo e Michele Bravi).

La risposta di Manuel Agnelli a Morgan

La risposta di Manuel Agnelli a Morgan nel corso di una videointervista con il Corriere della Sera non ha tardato ad arrivare. «Morgan, ultimamente, cioè negli ultimi quindici anni, parla con una convinzione commovente di cose che conosce in maniera molto approssimativa», ha dichiarato Agnelli. «Lui ha fatto molte edizioni del vecchio X Factor. Ammesso che fosse così con lui, per quanto mi riguarda, nessuno mi ha mai imposto delle scelte. Nessuno mi ha mai detto cosa fare o cosa dire, i pezzi li scelgo io».

Poi, ha proseguito: «Se fosse andato ad informarsi avrebbe visto che nel roster dei pezzi probabilmente non c’erano cose fatte semplicemente per la televisione, anzi. Lo stesso vale per gli altri, la trasmissione funziona così».

Manuel Agnelli conclude poi con una frecciata al collega: «Forse è meglio informarsi bene prima di aprire bocca. Anche perché lui ha una capacità, un’eloquenza, un’intelligenza tale per cui quando dice le cose è molto convincente. Però è meglio che queste cose le conosca».

Il commento di Morgan

Morgan, dal canto suo, ha affermato che il leader degli Afterhours è per lui «l’unico ad aver svolto un discreto lavoro, ma che non ha mai compreso la musica degli anni ’80, di fronte alla quale si batte il petto come la scimmia di Kubrick davanti al monolite».

Ha poi aggiunto: «Se i Måneskin avessero ascoltato davvero i suoi consigli non avrebbero vinto Sanremo, e non sarebbero stati compresi internazionalmente all’Eurovision. Però bisogna ammettere che Manuel è l’unico che è stato in grado di partorire qualcosa di decente dopo di me a livello di mercato discografico».

Articolo Precedente
Billie Eilish Time 100

Billie Eilish, Lil Nas X e Dolly Parton sono nella Time 100

Articolo Successivo
Elodie Aperol with Heroes

Con "Aperol with Heroes" vince la diversità e siamo tutti supereroi


Articoli correlati
Total
20
Share