Liberato pubblica un nuovo pezzo e una dedica a Napoli

Anche il brano di oggi, O CORE NUN TENE PADRONE (Apache mix), è frutto della collaborazione con 3D dei Massive Attack. Liberato scrive sui social
Frame tratto dal videoclip di JE TE VOGLIO BENE ASSAJE

“Io non parlo mai, lo sapete. Sto sempre zitto, posto e basta”. Così inizia il post di Liberato che invece oggi non risparmia le parole per la sua amata città, Napoli. L’occasione è l’uscita del suo brano ’O core nun tene padrone (Apache mix)”, nel giorno in cui su Netflix è disponibile Ultras, il film di Francesco Lettieri con la colonna sonora curata da Liberato, appunto.

Perché non si sa ancora niente di Liberato tranne il fatto che sia di Napoli, città molto amata anche da 3D dei Massive Attack ovvero Robert Del Naja. Ovvero probabilmente Banksy, il misterioso artista-writer più famoso del mondo. Anche lì sono stati versati fiumi di inchiostro dopo che a Tricky era sfuggita la dritta durante un’intervista radio (“Lo sappiamo tutti che Robert è Banksi, no?”, aveva detto. No, non proprio). E dopo che erano state studiate le coincidenze tra i luoghi dei concerti dei Massive Attack e i nuovi graffiti dell’artista misterioso.

Quindi, guarda caso anche la traccia di oggi vede la partecipazione di Del Naja, proprio come We Come From Napoli (che vedeva coinvolto anche Gaika, artista e vedi ben anche writer londinese), uscito a fine febbraio e presente sempre in Ultras.

“Stateve a casa. Forza Napoli sempre”. Conclude il suo (eccezionalmente) lungo post Liberato che potete leggere qui sotto. E che intorno a questa città girino almeno tre identità misteriose (Liberato, 3D e sì anche la scrittrice Elena Ferrante) non fa che aumentarne il fascino.

Articolo Precedente
Anna - Bando

Cosa sta facendo ANNA di "Bando"? Guarda qui un assaggio

Articolo Successivo
Perché l'iniziativa La Radio per l'Italia ci ha emozionato

Perché "La Radio per l'Italia" ci ha (davvero) emozionato

Articoli correlati
Total
8
Share