L’album di Marracash è il secondo più ascoltato al mondo, dopo Adele

Nella classifica italiana di Spotify, invece, non serve neanche specificarlo: tutta la top 10 è occupata dai brani di “Noi, loro, gli altri”, a conferma del fatto che la musica di casa nostra, in casa nostra, vince sempre
Marracash
Marracash, foto di Jonathan Mannion

Il ritorno di Adele lo aspettavamo da almeno un mese e mezzo (senza contare i sei anni senza nuova musica, prima di Easy On Me). Quello di Marracash è arrivato come un fulmine a ciel sereno. Nello stesso giorno, il nuovo album della popstar internazionale più streammata di tutti i tempi, 30, si è scontrato con l’uscita di Noi, loro, gli altri, l’ultimo disco di inediti del rapper della Barona. E la guerra in classifica è ancora più avvincente di quando Donda di Kanye West uscì una settimana prima di Drake con il suo Certified Lover Boy.

La particolarità, però, è che di fatto si stanno mettendo sullo stesso piano l’album di un’artista internazionale e il disco di ritorno di un king del rap made in Italy, che attualmente ha nella Top 10 tutti – o quasi – i brani del nuovo progetto. Che cosa significa questo?

In primis, che in Italia è la musica italiana quella che viene realmente ascoltata in loop. Per quanto grande sia il nome di Adele e per quanto l’eco dei suoi successi si propaghi in tutto il mondo piazzandosi costantemente al primo posto, sul trono delle classifiche italiane c’è un artista italiano. Punto. E quel posto ora spetta a Marracash, con un’Adele che dovrà accontentarsi, purtroppo, del secondo posto.

Articolo Precedente
Go Dugong, uno degli ospiti nella line up di Manifesto. Foto di Giulia Barcaro

Torna Manifesto al Monk di Roma, tra elettronica, sperimentazione e arti visive

Articolo Successivo
Ed Sheeran

Ed Sheeran farà un concerto in streaming per portare "=" nelle case di tutto il mondo

Articoli correlati
Total
1
Share