La Rappresentante di Lista propone un concertone contro la guerra

Il duo pop chiama a raccolta artisti e pubblico, cercando di organizzare un concerto per le vittime del conflitto in Ucraina
La Rappresentante di Lista - Sanremo 2022 - foto di Gabriele Giussani
La Rappresentante di Lista, Foto di Gabriele Giussani

La rappresentante di Lista ha proposto di organizzare un grande concerto in sostegno all’Ucraina, e usa Twitter per provare a coinvolgere altri artisti.


Ci sono state molte mobilitazioni di protesta contro la guerra russo-ucraina in questi giorni. A Milano, per esempio, una folla di 30mila persone è scesa in piazza sabato, 26 febbraio, per dire no al conflitto. Tanti milanesi, ma anche turisti, e soprattutto tanti ucraini, che hanno portato in corteo una lunghissima bandiera giallo-blu. In quella marea di gente c’erano anche La Rappresentante di Lista, al secolo Veronica Lucchesi e Dario Mangiaraccina.


«Bisogna stare uniti quando manifestiamo, bisogna ritrovarsi per condividere dei temi che sono fondamentali per l’essere umano: la pace, dire no alla guerra e no alle armi. Il modo migliore è sentirsi vicini e non sentirsi soli, come probabilmente si stanno sentendo tanti nostri co-umani» ha detta Veronica, la voce del gruppo, intervistata proprio in Piazza Duomo.

L’appello al concertone

Giusto prima che il corteo iniziasse, il duo pop ha usato Twitter per proporre un concertone “per raccogliere fondi per i profughi e la popolazione colpita”. La Rappresentante di Lista ha chiesto ai suoi followers chi vorrebbero vederci, su quel palco, ma ha anche cercato di attivare i colleghi. Nel tweet infatti sono stati taggati Diodato, Gianni Morandi, Miss Keta, Emma Marrone, Francesca Michielin e Levante. Un vero e proprio appello che chiama alla partecipazione attiva e alla mobilitazione con l’hashtag #UkraineRussiaWar

Le risposte non hanno tardato ad arrivare. Ditonellapiaga, Francesca Michielin, Noemi, e ancora Miss Keta, Tananai e Matteo Romano hanno tutti affermato di voler far parte di questa iniziativa. Anche il pubblico ha reagito, chiedendo l’intervento di artisti come Al Bano, molto famoso nell’Europa dell’est e in Russia, Marco Mengoni ma anche Lo Stato Sociale e Caparezza.

Inoltre il sindaco di Bologna, Matteo Lepore ha risposto a La Rappresentante di Lista dicendo che “La città di Bologna è a disposizione”. Giusto venerdì, 25 febbraio, il capoluogo emiliano è stato teatro di una fiaccolata contro la guerra. L’evento ha visto la partecipazione di Gianni Morandi, salito sul palco ad intonare con il pubblico C’era un ragazzo.


Articolo Precedente
Eddie Vedder - foto di Danny Clinch

Eddie Vedder sull’esperienza Covid: «Ho rivisto la vita scorrermi davanti agli occhi»

Articolo Successivo

Tiziano Ferro è diventato papà

Articoli correlati

Total
2
Share