Ian McDonald, fondatore di King Crimson e Foreigner, è morto a 75 anni

Sassofonista e multistrumentista per le due band, ha scritto importanti pagine della musica rock
Ian McDonald, foto di Sam Chan/South China Morning Post via Getty Images

La notizia arriva nella serata di ieri 10 febbraio, dalla famiglia dell’artista: Ian McDonald, uno dei fondatori dei King Crimson e figura fondamentale per il genere prog, è morto nella sua casa di New York. Arrivato a 75 anni, il cancro ha avuto la meglio, ma i parenti rassicurano che «è spirato in pace, circondato dalla famiglia».


In The Court Of The Crimson King

Ian McDonald ha servito nell’esercito britannico per 5 anni, come musicista jazz. È proprio in quella big band, che McDonald scrive un pezzo chiamato Three Score And Four, che successivamente sarà inserito all’interno della iconica 21st Century Schizoid Man.


Il sax di McDonald è stato fondamentale per i King Crimson, per quanto limitato quasi al solo In The Court Of The Crimson King. Anche Steve Hackett, storico chitarrista dei Genesis, raccontando della prima volta che vide il gruppo dal vivo ribadì la loro importanza: «Non avevamo mai sentito niente del genere». «Era free jazz, ma fatto come rock. La chitarra seguiva il sax tutto il tempo. È la precisione di tutto pezzo che ci colpì di più».

Ian McDonald era la persona giusta per Robert Fripp, leader storico dei King Crimson, per sviluppare quella fusione di generi che tanto lo affascinava. Ascoltando l’assolo di chitarra della sezioneThe Dream all’interno di Moonchild, o quello di sax alto in Talk To The Wind è chiara l’influenza jazz, che li porta a differenziarsi da altre band prog dell’epoca, a volte un po’ restie. L’approccio dei King Crimson era proprio quello, al punto che il tour successivo all’uscita dello storico LP, era composto da concerti pieni di momenti improvvisati, con grande libertà e sperimentazione.

Ian McDonald con i Foreigner

Purtroppo McDonald ha lasciato il gruppo proprio durante quel tour, ma non si è affatto ritirato dalle scene. Dopo un lavoro con l’ex compagno di band Michael Giles (batteria), un feat in Get It On dei T. Rex e collaborazioni con gli stessi Crimson, McDonald si è lanciato in un nuovo progetto. I Foreigner, band fondata insieme al chitarrista e produttore Mick Jones e Lou Gramm alla voce, ebbero un grandissimo successo tra la fine degli anni 70 e inizio 80.

“Ian è un musicista dei musicisti”, ha detto il fondatore dei Foreigner Mick Jones durante le commemorazioni per il 40° anniversario del gruppo nel 2017. “La possibilità di avere Ian McDonald, che era un polistrumentista, ci ha aiutato molto. Doveva avere quella capacità di creare, di muoversi attraverso diversi stili e crearne uno diverso per la band, e avere qualcuno così di successo e creativo come Ian parte di ciò che ci ha permesso di farlo”.

Qualche anno fa, in un’intervista su Billboard, Ian McDonald si diceva soddisfatto del lavoro svolto con i vari progetti. «Sono passati quarant’anni dai Foreigner, cinquanta dai King Crimson, ma sembra siano stati millisecondi. C’è molto buon lavoro».


Articolo Precedente
Adele - Easy on Me - 30

Adele sotto attacco per aver detto «fiera di essere donna» ai Brit Awards 2022

Articolo Successivo
Ed Sheeran e Taylor Swift nuove uscite

Da Elisa e Rkomi a Ed Sheeran e Taylor Swift, il meglio delle nuove uscite di oggi

Articoli correlati

Total
48
Share