Grimes legge Karl Marx, ma voleva solo trollare i paparazzi

La cantante, stufa dei paparazzi che continuano a seguirla dopo la fine della relazione con Elon Musk, ha deciso di sorprenderli facendosi immortalare con in mano il famosissimo “Manifesto Comunista”
Grimes
Grimes, foto di ANGELA WEISS/AFP via Getty Images

Sembra che Grimes abbia ingannato i paparazzi che continuano a seguirla dopo la sua separazione da Elon Musk. Lo scorso sabato, 2 ottobre, la cantante di Violence ha ammesso su Twitter di aver trollato i fotografi facendosi immortalare mentre leggeva il Manifesto Comunista di Karl Marx nel centro di Los Angeles.

«I paparazzi mi hanno seguita per farmi delle foto. Così ho provato a pensare a cosa avrei potuto fare per ottenere un titolo assurdo e ha funzionato» ha scritto Grimes postando uno screenshot dell’articolo del New York Post.

Grimes ha raccontato su Instagram di vivere ancora con Musk e ha chiarito di non essere comunista. La cantante art-pop ha anche lanciato un avvertimento scherzoso a tutti i paparazzi: «Se continuano a darmi la caccia, forse proverò a pensare a nuovi modi per diventare un meme. I suggerimenti sono i benvenuti!» Il suo post ha raccolto diversi commenti di sostegno da artisti come SZA, Kiesza Lights e Jewel.

La fine della relazione tra Elon Musk e Grimes

La settimana scorsa Grimes ha pubblicato un nuovo brano, dal titolo Love, in cui parla dei suoi sentimenti nei confronti dei media che cercano di scoprire sempre più particolari sulla sua vita privata. «Ho scritto e prodotto questa canzone questa settimana in risposta a tutta l’invasione della privacy, della cattiva stampa, l’odio online e le molestie da parte dei paparazzi che ho sperimentato in questo periodo».

Elon Musk ha parlato a Page Six della fine della sua relazione con Grimes, dopo tre anni, e ha spiegato in che modo continueranno ad occuparsi di loro figlio, X Æ A-12. «Siamo semi separati, ma ci amiamo ancora. Ci vediamo spesso e siamo in ottimi rapporti» ha detto il CEO di Tesla.

Articolo Precedente
Rihanna

5 album non ancora annunciati che tutti stanno aspettando

Articolo Successivo
resetfestival

Torna resetfestival a Torino, tra innovazione e talenti


Articoli correlati
Total
10
Share