Le 5 esibizioni più emozionanti dei Grammy 2020

Dall’universo viola di Usher all’emozione di Demi Lovato (che ha ricominciato da capo la sua performance). I momenti migliori dei Grammy 2020
Le 5 esibizioni più emozionanti dei Grammy 2020
Kevin Winter/Getty Images for The Recording Academy

Nel corso degli anni, le cerimonie dei Grammy ci hanno regalato numerose esibizioni eccezionali e pure scioccanti. Durante la trasmissione TV di ieri, domenica 27 gennaio, ci sono state molte performance. Ma alcune di queste si sono davvero distinte, offrendo show che ci hanno emozionato.

Dal terremoto di Tyler, the Creator al regno viola di Usher. Ecco le nostre 5 esibizioni preferite.

Tyler lascia scosso il palco

Tyler, the Creator non è proprio un veterano dei Grammy, ma ha fatto vedere che il pubblico si è perso qualcosa di particolare in questi anni. Come? Distruggendo completamente il palco con un feroce medley di Earfquake e New Magic Wand. Mentre la maggior parte degli artisti contemporanei richiama a sé star per aggiungere una rapida dose di nostalgia, Tyler ha portato con sé Boyz II Men e Charlie Wilson nel suo medley. Il tutto sfruttando a pieno la loro armonizzazione.

In piedi davanti a una fila di case di periferia (presto inghiottite da luci stroboscopiche e da finte fiamme), Tyler ha rappato mentre la telecamera tremava, imitando un vero terremoto. Alla fine dell’esibizione Tyler si è messo una mano sulla testa come a simboleggiare una pistola ed è precipitato all’indietro tra le fiamme. Sì: è proprio così che si impressiona il pubblico.



Big Nas incontra Lil Nas

Quando Lil Nas X è salito sul palco dei Grammy per eseguire la sua hit Old Town Road tutti si aspettavano l’arrivo di alcuni suoi amici. Sono infatti comparsi Billy Ray Cyrus, i BTS, Mason Ramsey e Diplo (al banjo). L’inizio della performance è nella “cameretta” di Lil Nas X, con tanto di cover di Billboard appesa al muro alle sue spalle.

Ma dopo aver salutato i suoi cowboy ed essere tornato sul palco con l’aspetto di Neo di Matrix, Lil Nas X è stato raggiunto da un ospite che nessuno ha visto arrivare. Si tratta del suo omonimo: Nas. L’icona del rap di New York si è unito a lui per un entusiasmante incontro su Rodeo. Si è trattato esattamente dell’inaspettata stranezza che mantiene interessante una cerimonia come quella dei Grammy.



Rosalía sbalordisce

Rosalía – la star spagnola che sta reinventando la musica flamenco in tutto il mondo – ha sbalordito tutti durante la trasmissione televisiva dei Grammys 2020, regalando sia l’attuale singolo Juro Qué che Malamente dal suo El Mal Querer. Indossando una tuta bianca grondante di frange, Rosalía era fiancheggiata da ballerini di un colore rosso acceso.



L’omaggio di Usher a Prince

In vista di “Let’s Go Crazy: The GRAMMY Salute to Prince” (il tributo in musica a Prince di domani, martedì 28 gennaio), Usher ha portato la sua intensità vocale in un medley di tre delle canzoni più amate dell’artista. Nell’apertura con Little Red Corvette, Usher era quasi immobile. Mentre la band seguiva When Doves Cry, è salita sul palco FKA Twigs, esibendosi in una fantastica danza. Durante Kiss, però, tutti si sono scatenati. Degni di nota il funk frenetico della band e i falsetti di Usher.



Il ritorno di Demi

Quando Demi Lovato è salita sul palco dei Grammy per la sua prima esibizione televisiva in due anni, era molto emozionata. Dopo i suoi problemi di salute del 2018, era pronta per fare un ritorno perfetto. Quando ha iniziato a cantare la melodia nuova di zecca Anyone si è dovuta fermare e ricominciare, inchiodando completamente la performance emotiva e risonante. Demi è tornata.



Articolo Precedente

Il viaggio all'inferno di Leon Seti: in anteprima il videoclip di "Hell"

Articolo Successivo
Kobe Bryant, Fred Lee for Getty Images

Il mondo della musica ricorda Kobe Bryant

Articoli correlati
Total
8
Share