Grammy Awards 2022: tutti i vincitori

A trionfare su tutti è stato Jon Batiste che si è aggiudicato ben cinque premi, tra cui quello per il miglior album. Ai Silk Sonic il Record of The Year per la canzone dell’anno e quello per la miglior canzone R&B
Silk Sonic
Silk Sonic, Anderson .Paak e Bruno Mars, foto ufficio stampa

Ieri sera, domenica 3 aprile, si sono tenuti al casino Mgm di Las Vegas, dopo il rinvio di fine gennaio causa Covid, i 64esimi Grammy Awards.


Durante la serata, oltre all’accorato appello a sorpresa del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, sono stati diversi gli artisti premiati. Ad aggiudicarsi il riconoscimento per il miglior album del 2021 è stato Jon Batiste per il suo We Are. Il jazzman è arrivato alla vigilia dei Grammy Awards con ben undici candidature e alla fine ne ha conquistate cinque.


A trionfare ieri sera sono stati anche i Silk Sonic, duo formato da Bruno Mars e Anderson .Paak, che si sono aggiudicati il Record of the Year per la canzone dell’anno e per la migliore canzone R&B con Leave the Door Open.

Durante i 64esimi Grammy Awards è stata premiata anche Olivia Rodrigo, che ha conquistato i premi per il miglior album pop (con il suo progetto di debutto, Sour), miglior performance individuale pop (Drivers Licence) e infine il premio come miglior artista emergente.

Ma non è finita qui. Perché ai Grammy Awards sono stati premiati anche: Lady Gaga e Tony Bennett (miglior album vocale pop tradizionale) per il loro album di canzoni di Cole Porter Love for Sale. Questo è il 14esimo Grammy per Tony Bennett, che non è stato presente all’evento perché malato di Alzheimer.

Premiate al casino Mgm di Las Vegas anche Doja Cat e SZA, che con Kiss Me More si sono aggiudicate il riconoscimento per la miglior performance pop non individuale.

Non è ovviamente mancato ai 64esimi Grammy Awards un momento in memoria di Taylor Hawkins, batterista dei Foo Fighters prematuramente scomparso lo scorso 25 marzo, e del compositore Stephen Sondheim.

Tutti i vincitori dei 64esimi Grammy Awards

  • Record of the Year: Leave the Door Open dei Silk Sonic
  • Album of the Year: We Are di Jon Batiste
  • Song of the Year: Leave the Door Open dei Silk Sonic
  • Best New Artist: Olivia Rodrigo
  • Best Music Video: Freedom di Jon Batiste
  • Best Pop Solo Performance: Drivers License di Olivia Rodrigo
  • Best Pop Duo/Group Performance: Kiss Me More di Doja Cat featuring SZA
  • Best Traditional Pop Vocal Album: Love for Sale di Tony Bennett e Lady Gaga
  • Best Pop Vocal Album: Sour di Olivia Rodrigo
  • Best Dance/Electronic Recording: Alive dei Rüfüs Du Sol
  • Best Rock Performance: Making a Fire dei Foo Fighters
  • Best Rock Song: Waiting on a War dei Foo Fighters
  • Best Rock Album: Medicine at Midnight dei Foo Figthers
  • Best R&B Performance: Leave the Door Open dei Silk Sonic e Pick Up Your Feelings di Jazmine Sullivan
  • Best R&B Song: Leave the Door Open dei Silk Sonic
  • Best R&B Album: Heaux Tales di azmine Sullivan
  • Best Rap Album: Call Me If You Get Lost di Tyler, the Creator
  • Best Country Album: Starting Over di Chris Stapleton
  • Best Latin Pop Album: Mendó di Alex Cuva

Articolo Precedente
Jovanotti - 1

Jovanotti: «Il Jova Beach Party rivaluta i territori, ho la coscienza a posto»

Articolo Successivo
Justin Bieber al Triller Fight Club di Atlanta. Foto: Jeff Kravitz/Getty Images per Triller

Grammy Awards, le delusioni e le sorprese della serata

Articoli correlati

Total
4
Share