Grammy 2022: Kanye West e Taylor Swift candidati ai premi all’ultimo minuto

Un rapporto del New York Times ha rivelato che anche gli ABBA e Lil Nas X hanno beneficiato di un riconoscimento tardivo 24 ore prima dell’annuncio delle nomination
Grammy Awards. Foto: John Parra/WireImage per NARAS
Grammy Awards. Foto: John Parra/WireImage per NARAS

Secondo un report del New York Times, la Recording Academy ha deciso a sorpresa di espandere il numero di candidati in quattro delle categorie principali dei Grammy, cosa accaduta appena un giorno prima dell’annuncio delle nomination questa settimana. Tale decisione significa in sostanza un’apertura alla presenza chiave di Taylor Swift e Kanye West alla cerimonia di premiazione.

Tale rapporto sui Grammy Awards, pubblicato ieri, rivela appunto che Kanye West e Taylor Swift, già presenti in altre categorie, sono stati aggiunti tardivamente all’elenco dei nominati per l’album dell’anno. L’album Donda del rapper e Evermore della cantante entrano quindi nella lista che comprende anche i progetti di Justin Bieber, Olivia Rodrigo, Tony Bennett e Lady Gaga, Doja Cat, HER, Billie Eilish, Lil Nas X e Jon Batiste.

Fra le categorie con aggiunte alle nomination anche Record of the year e Song of the year

Il Times ha anche riferito un’espansione tardiva per la categoria “Record of the year”, che vede Montero (Call Me by Your Name) di Lil Nas X e I Still Have Faith in You degli ABBA aggiunti alla lista che includeva già fra i candidati canzoni di Olivia Rodrigo, Justin Bieber, Tony Bennett e Lady Gaga, Jon Batiste, Doja Cat, Billie Eilish, Silk Sonic e Brandi Carlile.

Per la categoria “Song of the year”, che premia gli autori e i cantautori, le aggiunte dell’ultimo minuto sono Kiss Me More di Doja Cat e Right on Time di Brandi Carlile. Altre due nuove entrate sono quelle nella categoria “Miglior nuovo artista”, che conta due nomi in più: il rapper Baby Keem e il compositore Arooj Aftab.

Il Times riporta inoltre che è stato possibile vedere quali artisti sono stati aggiunti all’ultimo minuto poiché quei nomi erano assenti dalla “lista delle nomination finali” dei Grammy, con solo otto nomi in quelle categorie. Una lista che la testata dice essere stata creata diversi giorni prima e di aver ricevuto in anticipo.

La risposta della Recording Academy sulle nomination dei Grammy

Durante la rivelazione delle nomination per i Grammy del 2022, la Recording Academy ha anche annunciato che stava ampliando l’elenco dei nominati nelle quattro categorie principali. E giustificando la mossa come un modo “per fare spazio a più musica, più artisti e più generi, e abbracciare lo spirito di inclusione”.

Lo stesso giorno è stata resa pubblica anche una lettera ai membri dell’Academy. Il rapporto del Times arriva in un momento in cui la Recording Academy, già scossa da una serie di controversie a livello di gestione esecutiva, sta cercando di far valere la trasparenza nei suoi processi, dopo ripetute critiche da parte di artisti di spicco.

Mossa innocente o corruzione? ll caso The Weeknd

L’anno scorso, ad esempio, il cantante canadese The Weeknd ha dichiarato che avrebbe boicottato i premi dopo che il suo album After Hours non è riuscito a ottenere una singola nomination, nonostante l’enorme successo commerciale, di critica e di classifica. Dopo lo scioccante affronto, The Weeknd, un artista estremamente influente, ha dichiarato che i Grammy fossero “corrotti”.

In un’intervista con il Times, il presidente e CEO della Recording Academy Harvey Mason Jr. ha parlato di questa espansione dell’ultimo minuto e ha affermato che era in lavorazione da anni, con l’introduzione avvenuta quest’anno dopo aver visto i Latin Grammy spingere la lista dei loro nominati a 12.

Mason Jr. ha anche negato che l’aggiunta di Taylor Swift e Kanye West fosse per motivi commerciali o per sostenere gli ascolti televisivi. I prossimi Grammy Awards 2022 si terranno il 31 gennaio.

Articolo Precedente
MinaCelentano - 1

Mina e Celentano, così lontani, così vicini: galeotto fu il rock and roll primitivo

Articolo Successivo
Amadeus - Arena '60 '70 '80 - foto di Marco Rossi per Ufficio Stampa Rai

Sanremo 2022, Amadeus: «Offensivo dare una quota alle donne, è la canzone che conta»

Articoli correlati
Total
3
Share