Le fiere del vinile ripartono, una buona notizia

Tornano le fiere del vinile in tutto il Paese, dopo la pausa forzata dalla pandemia
vinile

Per chi ama il collezionismo del vinile, l’andar per fiere del vinile – piccole o grandi che siano – è una pura goduria. Il sogno per molti è di andare almeno una volta in Olanda per la Mega Record & CD Fair, la mostra mercato più grande che esista al mondo. Nei giganteschi spazi ufficiali si radunano due volte all’anno almeno 600 espositori, ma non solo. Tutt’intorno all’aera fieristica, infatti, pullulano delle bancarelle estemporanee dove un crate digger gode all’infinito. La prossima edizione si svolgerà il 9 e 10 aprile ed è notizia recente che gli spazi espositivi si sono spostati dalla sede storica di Utrecht a Den Bosch.


Ma se non ve la sentite ancora di viaggiare e soprattutto se non avete messo da parte un adeguato budget da spendere (si sa, la passione del vinile piò essere dispendiosa), potete optare per il nostro Belpaese. In Italia pullulano da anni piccole e medie fiere del vinile e del CD, formato che lentamente sta prendendo sempre più interesse tra i collezionisti anche dell’ultima ora. Adesso che la presa del Coronavirus si fa meno prepotente, con le giuste precauzioni e regole da seguire (green pass rafforzato e mascherine FFP2) timidamente riaffiorano i primi appuntamenti.


Novegro Vinile Expo

Il primo in ordine temporale è proprio durante questa settimana sanremese. Sabato mattina riapre la storica fiera Novegro Vinile Expo, che ha in tempi “normali” una cadenza di tre appuntamenti all’anno. Per tutta la giornata di sabato (10-19) e di domenica (10-18) espositori italiani e stranieri presentano rarità e pezzi da collezione tra vinili, singoli, CD, memorabilia, riviste e molto altro.

Punto di forza della manifestazione è l’ampia offerta musicale proposta dai numerosi espositori, tale da attirare visitatori e collezionisti da tutto il mondo. Circa 140 espositori e più di 2.000 visitatori durante l’evento, che solitamente attira una clientela over 40, ma che in questo ultimo lustro di progressiva crescita di consumo del formato vinile richiama sempre più giovani. Nonostante le difficoltà del periodo ci saranno 15 espositori stranieri, soprattutto da Francia, Olanda e Germania.

I generi più cercati sono il rock anni ’70 e la musica italiana dagli anni ’60 agli ’80, ma non mancano i cultori del prog o del metal / hard rock. Pochissimi espositori di musica elettronica / hip hop, complice l’età media dei clienti. Con un poco di fortuna si possono ancora fare buoni acquisti, anche se Discogs con le sue quotazioni ha reso più difficile la ricerca dell’occasione.

Le prossime fiere del vinile

Non mancano ovviamente altri appuntamenti futuri. Le prossime fiere del vinile sono organizzate da Ernyaldisko, associazione nata da due amici liguri: Marco, che da sempre ha passione per la musica ed i vinili, e Carmen, con il pallino del marketing e della comunicazione. Il 20 febbraio a Firenze nel Palazzetto dello sport di Scandicci (orari al pubblico 10-19 e ingresso gratuito). Qui di seguito i loro appuntamenti di marzo:

  • 5-6: Bologna, Palasavena di San Lazzaro di Savena. Orari al pubblico: 10-19, ingresso gratuito
  • 12-13: Pescara, Porto Turistico Marina di Pescara. Orari al pubblico 10-19, ingresso gratuito
  • 19-20: Bari, Palamartino. Orari al pubblico 10-19, ingresso gratuito

Articolo Precedente
Drusilla Foer - Amadeus - Sanremo 2022 - foto di Maria Laura Antonelli - AGF

Sanremo 2022, Drusilla Foer: «Dovevo essere la figura scandalosa, sono forse la donnina più normale…»

Articolo Successivo
Mahmood e Blanco - foto di Bogdan Plakov - Chilldays

Mahmood e Blanco: "Brividi" batte il record di ascolti in un giorno su Spotify Italia

Articoli correlati

Total
1
Share