Sanremo 2021, Fiorello: «Amadeus sei lo “Swiffer” delle polemiche»

Oggi in conferenza stampa annunciati come ospiti Negramaro, Alessandra Amoroso e Ornella Vanoni. E Fiorello come al solito ironizza su tutto
Amadeus, foto: ufficio stampa/Ansa
Amadeus, foto: ufficio stampa/Ansa

Come al solito tocca a Fiorello fare una sintesi delle polemiche pre-Festival di Sanremo, edizione 71 (o 70 + 1 come lo introducono Amadeus e Stefano Coletta, direttore di Rai 1, per la particolarità di quest’anno), durante la conferenza stampa di presentazione.

«Dico io, Amadeus, tu sei un po’ come lo Swiffer con le polemiche, le attiri tutte tu», ha commentato lo show-man che si è presentato con varie maschere, tra cui quella di Renzi, ironizzando sul fatto che potesse portare la crisi anche a Sanremo. «Mesi fa avevi detto che non avevi preso Morgan tra gli artisti in gara e via di polemiche. Poi hai proposto la nave e stessa cosa. Successivamente che ci fossero 300 persone di pubblico, poi i figuranti, poi Ibrahimović ma lui ha litigato in campo con Lukaku. Infine Fedez ha fatto sentire 10 secondi del suo pezzo e rischiava l’esclusione. Ah, Ama, era meglio quando eri solo sessista!».

Fiorello con la maschera di Matteo Renzi nello spot del Comitato Ignora Sanremo

Gli ospiti fissi: Achille Lauro e Ibra

Quest’anno per il festival della Canzone Italiana dal 2 al 6 marzo, non è stato fatto un grande discorso introduttivo sulle presenze femminili ospiti. Non sicuramente come quello dell’anno scorso che aveva scatenato diverse polemiche perché erano state messe in luce soltanto le doti estetiche o tutt’al più di saper stare un passo indietro rispetto ai compagni famosi (vedi alla voce: Francesca Novello, fidanzata di Valentino Rossi). I due ospiti fissi di tutte e 5 le serate saranno Achille Lauro, che porterà «cinque quadri sul palco» (e viene bonariamente preso in giro da Fiorello). E Ibrahimović, appunto, che ha regalato anche la sua maglia milanista all’interista Amadeus (che si è detto comunque molto riconoscente). Non si è più fatto cenno a Elodie che era stata precedentemente annunciata.

Gli ospiti confermati e i “forse”

Gli altri ospiti sicuri saranno Ornella Vanoni, il sabato sera, come già annunciato. «Ma non vorrei facesse soltanto un medley, mi piacerebbe facesse una co-conduzione: è davvero stra-amata anche dai giovani», spiega Amadeus. I Negramaro: «Stiamo studiando una messa in scena decisamente particolare» e Alessandra Amoroso: «Così solare e energica, sarà un vero piacere».

Amadeus conferma le trattative in corso con Celentano e Roberto Benigni ma non può confermare niente e nomina Loredana Berté tra i desiderata. Non chiude a Jovanotti, anzi. «Le porte per i grandi artisti sono sempre aperte ma non è stato definito nulla» e ribadisce il concetto che sarà “un festival al femminile”.

Le polemiche per la presenza del pubblico

Il presentatore e direttore artistico smentisce anche quelli che erano sembrati dei momenti in cui ponesse l’aut-aut, che facevano presumere volesse abbandonare tutto se non avesse avuto il pubblico. «Mi sono arrabbiato tanto in questi mesi ma non ho mai pensato di mollare tutto perché ho rispetto per coloro che lavorano al festival. A volte mi sono sentito solo e ho sostenuto fosse necessario essere tutti uniti».

Ma le canzoni?

E le canzoni? «Sono il risultato di ciò che abbiamo visto in questi mesi», spiega Stefano Coletta, «Ci fanno guardare quello che viviamo attraverso la musica. Sono spesso testi di amore perché alla solitudine si risponde così. Questo nuovo festival, particolare, ha ben chiaro il senso di entrare nelle case degli italiani. Saltarlo a piè pari sarebbe stato aumentare il senso di disorientamento. Proprio per questo Amadeus proporrà il sotto-testo di quello che stiamo combattendo».

«Sarà un festival difficile», conclude Amadeus, «ma abbiamo davvero il dovere di sorridere e di portare intrattenimento nelle case degli italiani».

Articolo Precedente
Cassette Gazzelle / Duomo

Gazzelle ha piazzato "OK" per Milano dentro a delle cassette antincendio

Articolo Successivo
Sophie / fonte: ufficio stampa

Simon Reynolds: «Sophie ci lascia un mondo "Instaglam"»


Articoli correlati
Total
53
Share