Elodie e la modernità di “Andromeda”: «Complesso aprire varchi verso il nuovo»

La sua “Andromeda” è uno dei brani dalla scrittura e dalla produzione più moderne di Sanremo 2020. Per la serata delle cover, Elodie ha scelto di portare un brano che parla di periferia: “Adesso Tu” di Eros Ramazzotti, accompagnata dal pianista siriano Aeham Ahmad
Elodie - Andromeda - Sanremo 2020 - foto di Attilio Cusani
Attilio Cusani

Il brano con cui concorre fra i Campioni di Sanremo 2020 è fra i più moderni e strutturalmente complessi del Festival, ma anche appetibile per radio e dancefloor. In Andromeda si sente chiara l’impronta di Dardust e Mahmood, che con Elodie hanno un sodalizio artistico ormai stabile (porta le stesse firme la sua hit Nero Bali del 2018, peraltro quando Mahmood non aveva ancora vinto Sanremo). La cantante romana – alla sua seconda partecipazione sanremese, dopo la volta del 2017 – ha raccolto un plauso trasversale per il brano ed è stata premiata dalla giuria demoscopica con un quinto posto nella classifica parziale.

L’album This Is Elodie

Andromeda va a completare la tracklist di This Is Elodie, il terzo album dell’artista uscito in streaming il 31 gennaio per Island / Universal Music e dal 7 febbraio disponibile anche in formato fisico. L’album è composto da sedici tracce, con tantissimi featuring di estrazione rap e pop: Gemitaiz, Marracash, Fabri Fibra, Margherita Vicario, Lazza, Low Kidd, Ernia, Michele Bravi, Gué Pequeno, Ghemon e The Kolors.

«Nel mondo della musica è complesso aprire varchi verso cose nuove», ha commentato in conferenza stampa a proposito di Andromeda. «Sono molto contenta che la canzone sia piaciuta. Si sente che è stata scritta per me con amore, e questo non è scontato».

L’esibizione nella serata delle cover

La serata di oggi, giovedì 6 febbraio, è dedicata alle cover di grandi classici sanremesi. Per l’occasione, Elodie ha scelto di proporre Adesso Tu di Eros Ramazzotti, che portò il brano a Sanremo 1986, vincendolo. Elodie sarà accompagnata dal pianista siriano Aeham Ahmad.

«Sono nata in un quartiere popolare di Roma», ha detto. «Adesso mi rendo conto di quanto sono stata fortunata: è un punto di forza, non una nota di demerito. Ahmad è un pianista siriano con una storia molto difficile. È diventato famoso su internet perché suonava il piano durante i bombardamenti. Il brano di Ramazzotti parla di periferia: mi sembra di renderlo ancora più forte facendolo con qualcuno che viene dalla “periferia” del mondo».

Sulla sua seconda partecipazione a Sanremo ha detto: «Sto vivendo questo Festival con un po’ più di spontaneità. Se devo fare questo lavoro, vorrei farlo davvero con più onestà possibile, perché è la cosa che mi contraddistingue. È giusto lasciarsi andare quando ci si sente un po’ più in confidenza. In questo momento mi sento anche più pronta ad affrontare e accettare delle critiche».

I prossimi live di Elodie

Dopo la partecipazione a Sanremo 2020, Elodie si esibirà per la prima volta in due date dal vivo completamente dedicate a lei: il 16 aprile alla Santeria Toscana 31 di Milano e il 18 aprile al Teatro Centrale di Roma.

Guarda il video di Andromeda di Elodie



Articolo Precedente
Scopri qui tutte le news su Mika. Il nuovo singolo è Ice Cream

Sanremo 2020, è il momento di duetti e cover: ecco il programma della terza serata

Articolo Successivo
Elettra Lamborghini a Sanremo Bites

Elettra Lamborghini: «Il testo di "Musica (e il resto...) come "Pem Pem"»

Articoli correlati
Total
3
Share