“8 Marzo”, la forza delle donne secondo Tecla Insolia a Sanremo 2020

Fra le Nuove Proposte di Sanremo 2020, la 16enne Tecla Insolia, con un brano (“8 Marzo”) che celebra la forza delle donne in tutte le sue forme
Tecla Insolia - 8 Marzo - Sanremo 2020

La buona stella di Tecla Insolia era già nata proprio a Sanremo. È lei infatti la vincitrice di Sanremo Young, il talent show condotto da Antonella Clerici, nella sua seconda edizione, quella del 2019. Un successo che l’ha catapultata direttamente fra le Nuove Proposte di Sanremo 2020, dove concorre con il brano 8 Marzo (Rusty Records). Un’intensa dedica a tutte le donne con le loro piccole e grandi lotte quotidiane, un invito al rispetto fra le persone che deve accompagnarci sempre, non solo un giorno all’anno. “Noi siamo di passaggio / Come le rondini, come l’8 marzo / E non basta ricordare di una festa con un fiore / Se qualcuno lo calpesta”, recita il testo del brano.

La forza delle donne

«8 Marzo non è un brano che ho scritto io. I due autori principali sono Rory Di Bedetto e Piero Romitelli. È stato fra i primi che mi sono stati proposti e l’ho sentito subito mio. L’ho scelto in quanto ho sentito che può rappresentare me in quanto donna, oltre che il mondo femminile tutto», ha detto Tecla Insolia in conferenza stampa. «Molte ragazzine della mia età si fanno umiliare non solo dai maschietti, ma anche dalle compagne di classe. Questa cosa mi fa molta rabbia». E sulle diverse polemiche sul rispetto che hanno preceduto il Festival dice: «A Sanremo si deve montare un po’ la panna e fare polemiche su tutto. È normale che ci siano fraintendimenti ma le reazioni sono state un tantino esagerate».

Anche il videoclip del brano è profondamente legato alla città dei fiori. La cornice è quella della Sanremo notturna nei suoi luoghi iconici – l’Ariston, piazza Colombo, il lungomare – in bianco e nero. La regia è firmata da Gaetano Morbioli, già al lavoro con artisti del calibro di Laura Pausini, Tiziano Ferro, Pino Daniele, Marco Mengoni, Arisa.

I gusti musicali e i preferiti fra gli altri concorrenti

Tecla Insolia ha 16 anni ma – come tanti suoi coetanei – padroneggia un’ampia conoscenza della musica, trasversale ai diversi generi. «I miei gusti musicali variano da periodo a periodo. Non ascolto solo un genere musicale», ha detto. «Sì, mi piace molto Billie Eilish ma ascolto molto anche il cantautorato italiano, l’indie, il jazz, la musica classica».

E non ha paura di fare dichiarazioni di stima verso altri concorrenti di Sanremo 2020, fra Campioni e Nuove Proposte. «È un Festival molto vario e interessante, ci sono tanti generi diversi. Le mie due preferenze sono diverse fra loro. La prima è Tosca, un’artista che io stimo moltissimo. Il secondo è Anastasio. Io non sono solita ascoltare molto rap, ma capisco che ha qualcosa da dire». Sulle Nuove Proposte non ha dubbi: Eugenio in Via di Gioia.

Una vita lontana dai social, verso un 2020 con diversi progetti

Per la sua età, Tecla Insolia non è particolarmente attiva sui social network. Una scelta consapevole, che ha contestualizzato così: «Per essere qualcuno non c’è bisogno per forza di avere follower su Instagram. Non essere molto attiva sui social è stata una scelta: ho paura di perdere la cognizione della realtà, cosa che sta succedendo a molti giovani».

Fra i prossimi progetti di Tecla Insolia, una fiction (non è la prima volta: il precedente era con L’Allieva 2) e un album. La fiction è Vite in fuga, con Anna Valle e Claudio Gioè, in onda su Rai uno da marzo. Invece l’album d’esordio di Tecla, ancora senza titolo, uscirà questo autunno, sempre per Rusty Records.

Guarda il videoclip di 8 Marzo di Tecla Insolia



Articolo Precedente
Elodie per la prima volta dal vivo: le date a Milano e Roma

Le performance da tenere d'occhio a Sanremo 2020 (fra rapper e vecchie glorie)

Articolo Successivo
Junior Cally, foto di Sebastiano Fernandez

Junior Cally: «Le polemiche nate dopo che è uscito il testo: come mai?»

Articoli correlati
Total
6
Share