Eurovision: l’edizione 2023 si terrà nel Regno Unito anziché in Ucraina

La BBC lavorerà con la televisione ucraina UA:PBC per sviluppare “elementi ucraini” nello show. Cominciate le candidature da parte delle varie città
Eurovision-2022-billboard-1548
Foto di Marco Bertorello / AFP via Getty Images

L’Eurovision 2023 si terrà nel Regno Unito. Nonostante la vittoria dell’Ucraina di quest’anno, a causa del perdurante conflitto gli organizzatori dello show hanno confermato ciò che si ipotizzava da tempo. La competizione si svolgerà nel paese secondo classificato, dunque in UK.


La European Broadcasting Union e la BBC hanno fatto l’annuncio lunedì, spiegando che il Regno Unito entrerà al posto del broadcaster ucraino, la UA:PBC. In quanto paese vincitore, comunque, l’Ucraina è qualificata direttamente alla finale, così come i paesi “Big 5” che contribuiscono economicamente. La EBU ha aggiunto che la UA:PBC lavorerà insieme alla BBC per sviluppare elementi ucraini nello show.


Questa settimana dovrebbero partire le candidature delle varie città per ospitare l’evento. Glasgow e Manchester hanno già espresso il loro interesse.

«Siamo davvero grati alla BBC per aver accettato di ospitare nel Regno Unito l’Eurovision 2023», ha detto Martin Österdahl, executive supervisor del contest. «Già in passato la BBC ha trasmesso l’evento per conto di altri paesi vincitori. Continuando con questa tradizione di solidarietà, siamo certi che l’edizione dell’anno prossimo mostrerà la creatività e la competenza di uno dei broadcaster di più solida esperienza in Europa, assicurandosi anche che il paese vincitore di quest’anno, l’Ucraina, sia celebrato e rappresentato nel corso dell’evento».

Mykola Chernotytskyi, a capo del consiglio d’amministrazione di UA:PBC, ha aggiunto: «L’Eurovision 2023 non sarà in Ucraina ma in supporto dell’Ucraina. Siamo grati ai colleghi della BBC per la solidarietà dimostrata. Sono sicuro che, insieme, sapremo dare uno spirito ucraino all’evento e ancora una volta unire tutta l’Europa intorno ai nostri comuni valori di pace, sostegno reciproco, celebrazione della diversità e del talento».


Articolo Precedente
Sgrò - Non Siamo al Centro del Mondo - anteprima - foto di Vanessa Pinzoni

Guarda in anteprima il video di "Non Siamo al Centro del Mondo" di Sgrò

Articolo Successivo
Jarvis Cocker

Pulp: Jarvis Cocker annuncia la reunion nel 2023

Articoli correlati

Total
2
Share