Pride 2020: niente parata ma tante iniziative online (e non solo)

Emma Marrone e Tina Baffy proporranno la loro selezione musicale per sostenere la comunità LGBTQ+ alla Havas Smart Pride e molto altro
La bandiera arcobaleno, simbolo del Pride per eccellenza
La bandiera arcobaleno, simbolo del Pride per eccellenza

Oggi, sabato 27 giugno, si celebra il Pride 2020.

Come da tradizione, l’ultimo sabato del mese di giugno si conclude il mese del Pride. Oggi, però, a differenza degli altri anni non si terrà la consueta parata, a causa della pandemia da Coronavirus. Ma le celebrazioni non salteranno.

La facciata del Comune di Milano è stata infatti illuminata con i colori dell’arcobaleno. Un’attestazione di vicinanza e supporto alla comunità LGBTQ+.

In occasione di questo importante appuntamento, Havas Village scenderà virtualmente in piazza al fianco di Anlaids (una delle prime associazioni nate in Italia per fermare la diffusione del virus HIV e dell’AIDS). La Havas Smart Pride sarà una vera e propria parata virtuale a sostegno dei diritti della comunità LGBTQ+. Tra gli aderenti c’è anche Emma Marrone.

A partire dalle ore 15, infatti, chiunque vorrà esprimere la sua vicinanza al movimento potrà collegarsi su Zoom per la parata virtuale. Il percorso sarà simbolicamente di 2 km, la lunghezza del tradizionale Milano Pride.

Durante la diretta, Emma Marrone e Tina Baffy proporranno una loro speciale selezione musicale e useranno la loro voce per sostenere la comunità LGBTQ+.

A questo link è possibile collegarsi alla Havas Smart Pride.

Infine, anche Spotify ha voluto lanciare un’iniziativa degna di nota. Il celebre servizio di streaming ha infatti presentato Unlike Any Other, una campagna globale per il Pride che celebra i creator appartenenti alla comunità LGBTQIA+.

Con la creazione di alcuni podcast, molti artisti hanno voluto partecipare all’iniziativa. Tra loro anche Gianna Nannini, Populous, Ariete, Protopapa, Giolì & Assia e Sem & Stènn.

Articolo Precedente
Immagine tratta dal film Sotto il sole di Riccione,

"Sotto il sole di Riccione" come da una canzone nasce un film. Le interviste

Articolo Successivo
Khruangbin

Khruangbin: l'ombelico del mondo è a Houston. L'intervista


Articoli correlati
Total
3
Share