Elton John non accetta l’omofobia, e ora la leggenda del pop se l’è presa con i social media perché permettono discorsi di odio sulle proprie piattaforme. In un’intervista di venerdì scorso, 8 giugno, a BBC News, John ha detto che le più importanti compagnie di social media «non hanno fatto nulla per fermare l’odio su internet» e ha detto che un boicottaggio potrebbe farli agire.

«Non so perché permettano tutto questo. Dovrebbe essere un luogo di dialogo libero ma le cose che ci sono sui social media sono così ripugnanti che ci dovrebbe essere un’azione da parte di queste compagnie. La gente dice: ‘Beh, e la mia libertà di pensiero?’. Fanculo la tua libertà di espressione», ha detto.

Elton John ha spiegato che un boicottaggio potrebbe «far saltare» i giganti dei social media e obbligarli a prendere posizione contro gli insulti omofobi presenti sulle loro piattaforme.

«Le compagnie come Facebook e Instagram non possono pensare di essere imprese puramente private. Io sono convinto che abbiano un ruolo pubblico e di responsabilità», ha detto. «Ma dobbiamo trovare un modo per rispondere automaticamente al disprezzo con i fatti».