In molti, tra cui Dua Lipa ed Elton John, contro DaBaby. E il rapper risponde

Le sconcertanti dichiarazioni omofobe e discriminatorie del rapper al Rolling Loud Miami hanno stimolato la reazione di diversi artisti. Lui risponde con un video provocatorio
DaBaby. Foto dal profilo Instagram dell'artista
DaBaby. Foto dal profilo Instagram dell’artista

Negli ultimi giorni, il rapper DaBaby è finito al centro di burrascose polemiche a causa di alcune frasi contro la comunità LGBTQIA+, pronunciate durante un set al Rolling Loud Miami lo scorso fine settimana. Queste le dichiarazioni: «Se non siete venuti qui con l’Hiv, l’Aids o una di quelle malattie sessualmente trasmissibili che ti uccidono nel giro di due o tre settimane, alzate le luci del cellulare». Oltre ad indignare il pubblico, naturalmente, diversi artisti, fra cui Dua Lipa ed Elton John, hanno reagito dichiarandosi inorriditi e scioccati per la faccenda, scatenando un acceso botta e risposta.

Dua Lipa, in primis, ha postato su Instagram un commento nei confronti delle frasi di DaBaby. La popstar aveva collaborato con lui in occasione del remix della sua Levitating. Dopo avergli tolto il follow sul social, Dua Lipa ha scritto: «Sono sorpresa e inorridita dai commenti di DaBaby. Non riconosco davvero la persona con cui ho lavorato. So che i miei fan sanno dove sta il mio cuore e che sto al 100% con la comunità LGBTQ. Dobbiamo unirci per combattere lo stigma e l’ignoranza intorno all’HIV/AIDS».

Elton John ha a sua volta reagito con un post a nome di tutta la Elton John Aids Foundation: «Siamo scioccati dalla disinformazione sull’Hiv e dalle frasi omofobiche che si sono sentite al recente concerto di DaBaby. Non fanno che peggiorare la discriminazione, l’opposto di quello che andrebbe fatto per combattere l’epidemia di Aids. Il compito di noi musicisti è quello di unire le persone».

La reazione di DaBaby

Di certo, quelli di Dua Lipa ed Elton John sono commenti legittimi e con loro anche altri musicisti, come Questlove, hanno duramente reagito al comportamento di DaBaby. Il rapper aveva già risposto su Instagram a suddette reazioni pubblicando alcune stories in cui ha ribattuto piccatamente: «Quello che faccio in un live show è per il live show. Indipendentemente da quello di cui state parlando e da come Internet ha distorto le mie parole», commenta in modo piuttosto colorito. «Io e tutti i miei fan allo show, quelli gay e quelli etero, ci siamo divertiti un sacco». 

Segue poi un altro messaggio: «Tutti voi avete il diritto di essere sconvolti, quello che ho detto è stato insensibile, anche se non volevo offendere nessuno. Quindi porgo le mie scuse». Scuse alle quali, però, è seguito un nuovo video pubblicato su YouTube.

Giving What It’s Supposed to Give, il video in questione, è particolarmente provocatorio. Diretto dallo stesso artista e girato il giorno prima della performance al Rolling Loud, nella clip il rapper compie una serie di azioni discutibili fra cui minacciare persone con una pistola e sputare sul cadavere di un poliziotto. Nel finale, le scritte “Non combattere l’odio con l’odio” in lettere arcobaleno e le finte scuse: “Scusate se sono me stesso”.

Articolo Precedente
Danti. Foto di Matteo Bellomi

Danti, il settore dello spettacolo al centro del video di "Mandala"

Articolo Successivo
Corei - Arizona - anteprima

Guarda in anteprima il video di "Arizona" di Corei


Articoli correlati
Total
2
Share