Billie Eilish ha pubblicato un corto contro il body shaming

Nello short film Not My Responsibility, Billie Eilish si schiera contro troll, haters e body shamers. Il tutto con un video pieno di messaggi e provocazioni
Billie Eilish
Billie Eilish. Credit: Frazer Harrison/Getty Images for Spotify

L’ultimo progetto di Billie Eilish non è un tipico contenuto pop. È un messaggio dedicato a troll, haters e body shamers. Le loro opinioni? “Non sono una mia responsabilità”, risponde. Tutto questo è finito all’interno del cortometraggio appena uscito e intitolato, appunto, Not My Responsibility.

Rispetto a questo, la Eilish ha deciso di pronunciare alcuni messaggi importanti sopra a un’affascinante traccia synth. Sembra proprio che la cantante di Bad Guy abbia finito con ogni tipo di negatività.

«Vorresti che io fossi più piccola, debole, morbida, alta? Vorresti che io stessi zitta? Per caso le mie spalle ti provocano?». E ancora: «Chi decide cosa significa se sono più o meno vestita? Il mio valore come persona si basa solo sulla tua percezione? O la tua opinione su di me non è una mia responsabilità?».

Nella clip, Billie si spoglia e piano piano si immerge in un’acqua nera, non diversissima da quella che scorreva sul suo viso nel video musicale di when the party’s over. Alla fine risale. Ma diversa.

Billie Eilish – una delle star più di successo degli ultimi due anni – ha parlato in più occasioni della costante negatività che affronta sui social media. In un post dello scorso ottobre ha chiesto ai suoi fan di essere più civili l’uno con l’altro, osservando: «Non mi interessa se le persone sono cattive con me. La mia vita è così. Ci sono abituata. Non mi disturba più. Ho così tanto amore e così tanto supporto che non è più importante per me».

Bad Guy è stato nominato come il più grande singolo globale del 2019 dall’IFPI e ha vinto ben cinque Grammy (Song of the year compresa). Billie è diventata l’artista più giovane di sempre a trionfare in questa importantissima categoria.

Inoltre, Billie Eilish è stata anche selezionata per eseguire il nuovo brano di James Bond No Time to Die. Anche in questo caso si è portata a casa un nuovo primato. È diventata così l’artista più giovane a registrare una canzone per James Bond nei suoi 50 anni di storia.

Guarda il corto di Billie Eilish Not My Responsibility

Articolo Precedente
Cesare Cremonini: le date del suo tour negli stadi nel 2020

Auguri "50 Special". Cremonini: «21 anni con le ali sotto ai piedi»

Articolo Successivo
Chadia Rodriguez, foto di Mattia Guolo

Chadia Rodríguez su body shaming, rapper donne e i valori del calcio

Articoli correlati
Total
2
Share