Amici 21, da LDA che riprende la maglia a Inder in versione “pazzeska” (ma non troppo)

Nella scuola più famosa d’Italia non si perde tempo, tra inediti proposti alle radio, sfide immediate e qualche perplessità su alcuni dei ragazzi, che hanno decisamente ancora molto da dimostrare
I ragazzi di Amici 21
La classe di Amici 2021, foto ufficio stampa

Bissare il successo dell’edizione 2020 non sarà facile. Amici 21, condotto come sempre da Maria De Filippi, però, sembra aver avviato i motori alla grande, tra sfide a sorpresa e nuovi ingressi nella scuola. Il pubblico, tra l’altro, a meno di un mese dall’inizio del programma sembra già aver trovato i suoi beniamini.

LDA riprende la maglia e i ragazzi di Amici 21 si confrontano per la prima volta con il giudizio delle radio

Tra tutti sicuramente LDA (Luca D’Alessio, il figlio di Gigi D’alessio, ndr) sembra aver già convinto il pubblico a casa. Nonostante questo, però, chi ha visto il Day Time di Amici 21 sa che Rudy Zerbi aveva deciso di sospendergli la maglia. I motivi sono due: l’aver criticato il lavoro del produttore D.Whale sul suo inedito e la contestazione ricevuta dopo la proposta di esibirsi su un brano di Marco Mengoni.

Nessuno gli vieta di fare un percorso tutto suo, ma fuori dalla scuola, come sottolinea Zerbi. LDA però è decisamente convinto a rimanere, e lo dimostra cantando il suo inedito Quello che fa male nella nuova versione. Lui è sicuramente tra le voci più interessanti di quest’anno, lontano dal mondo del padre, con una propria identità. E questo fa si che Rudy decida di riconfermargli la maglia.

I ragazzi di Amici 21 hanno già avuto la possibilità, solo dopo poche puntate, di lavorare con alcuni dei più importanti produttori del panorama italiano. Ma non solo, perché durante la terza puntata gli alunni della scuola hanno avuto l’occasione di far valutare i loro brani da due importantissime radio italiane: RTL 102.5 e R101.

Il primo a proporre il suo inedito alle radio è Alex, allievo di Lorella Cuccarini. Lui è uno dei ragazzi di Amici 21 da seguire con attenzione. Il suo inedito, Sogni al cielo, è prodotto da Francesco “Katoo” Catitti e convince subito R101, che lo trasmetterà presto. Per RTL 102.5, invece, il passaggio in radio è ancora un po’ prematuro.

Ad Amici i ragazzi non si devono confrontare solo con gli inediti, ma anche con le cover. È il caso di Luigi, allievo di Rudy Zerbi, che per riprendersi la maglia canta, accompagnato dalla sua chitarra, uno dei grandi classici del rock mondiale: Purple Rain di Prince. L’allievo riprende la maglia, ma l’entusiasmo del suo professore è smorzato dai commenti di Anna Pettinelli: «Prince è intoccabile». Un discorso, a parer mio, un po’ antico. Non si tratta infatti di “un’operazione nostalgica”, ma di provare a dare una nuova veste ad un brano che ha fatto la storia della musica. Se così non fosse, probabilmente dovremmo smettere di ascoltare qualunque artista che canti un brano non suo.

Anche Nicol, allieva di Zerbi, si mette alla prova con il suo inedito, Onde, prodotto da Zef. Lei è sicuramente una delle voci femminili più interessanti della scuola, con la giusta attitudine per conquistare le nuove generazioni. Riceve due no dalle radio, ma Radio Z la continuerà ad osservare, essendo il linea con la loro proposta musicale. Arriva il momento di Tommaso, allievo della Cuccarini, che porta il suo inedito Solo per paura prodotto da Michele Canova. Al momento è l’allievo che mi convince meno. Lo definiscono “molto maturo”, ma la sua scrittura è un po’ troppo “classica”.

La sfida tra Kandy e Giacomo e la cover non troppo “pazzeska” di Inder

Ad Amici 21 non possono mancare le sfide. Durante la puntata, oltre a quelle di ballo, ci viene proposta la sfida immediata tra Kandy e Giacomo. Il primo canta C’est la vie di Achille Lauro, mentre il secondo ci propone la sua versione di Knocking on Heavens Door dei Guns N’ Roses. Il risultato mi trova d’accordo: vince Giacomo ed entra a far parte della “squadra” di Zerbi.

La facilità con cui i ragazzi entrano ed escono dalla scuola di Amici è sorprendente, anche se giunti alla 21esima edizione non dovremmo più stupirci. Kandy, infatti, ha passato all’interno della scuola solo una settimana. Un peccato? Può darsi. Purtroppo oggi si è trovato a dover sfidare un ragazzo più pronto di lui.

Arriva a circa metà puntata il momento di uno dei ragazzi che mi lascia più perplessa: Inder. Gola Secca, il suo inedito, è uno dei quei brani che ti rimane in testa. È orecchiabile, certo, ma questo non basta. Anna Pettinelli gli propone una canzone non facilissima, Pazzeska di Myss Keta. Lui la rende sua, modificandone il testo (“Non canto solo Gola Secca, ma lei la canta quando sta wake up) e il risultato non è entusiasmante. A Rudy Zerbi non piace e gli sembra che la sua maestra lo stia portando in un vicolo cieco. Quello che è sicuro è che Inder ha un’attitudine da spaccone incredibile, ma spesso quando canta si fa fatica a stargli dietro, perché è difficile capire cosa dica.

Amici 21, la spontaneità nel cantare il pop secondo Rudy Zerbi

Finale della terza puntata di Amici 21 quasi tutta al femminile. Assistiamo infatti alla sfida di Flaza, moderna Alice in Wonderland, come la definisce Anna Pettinelli, che sfida Gea. Tra le due, per me, non c’è paragone. Nonostante venga definita “spaesata”, Flaza sa dominare il palco e il suo inedito, Malefica, ha sicuramente qualcosa di interessante. Gea non convince neanche il giudice, il giornalista Paolo Giordano, che riconferma la maglia all’allieva di Lorella Cuccarini.

Si esibisce per la prima volta, come allieva di Amici 21, Rea. La sua timidezza, molto percepibile, sparisce immeditamente quando canta. La cantante si cimenta con uno dei grandi classici della canzone italiana: Mi sono innamorato di te di Luigi Tenco. Un brano complicato, per il quale serve, più che una grande voce, una profonda interpretazione. Nonostante la sua teatralità, a tratti difficile da sopportate, Rea ha una voce avvolgente e restituisce tutta l’intensità di uno dei brani più belli della storia italiana. «Sembri un personaggio di Tim Burton, non riesco a toglierti gli occhi di dosso» gli dice Rudy Zerbi, confermandole la maglia.

Infine, la puntata di Amici 21 si conclude parlando di “spontaneità del cantare il pop“. Involontariamente, infatti, vengono messi a confronto Albe, già apprezzatissimo dal pubblico, ed Elisabetta, entrambi allievi di Anna Pettinelli. Se il primo con Strip that Down di Liam Payne convince tutti (tranne me, ma questo è un altro discorso), la versione di Watermelon Sugar di Harry Styles della seconda mostra a tutti proprio il contrario di ciò che intende Zerbi quando parla di “spontaneità nel cantare il pop” perché per lui è troppo impostata. Per me sono entrambi freschi e moderni, forse due degli allievi più interessanti di questa edizione (già amatissimi dal pubblico).

I primi inediti di Amici 21 sono disponibili sulle piattaforme digitali

A partire dalle mezzanotte di ieri sono disponibil su tutte le piattaforme digitali i primi tre inediti dei ragazzi di Amici di Maria De Filippi: Onde di Nicol, Solo per paura di Tommaso e Sogni al cielo di Alex.

Articolo Precedente
resetfestival

Torna resetfestival a Torino, tra innovazione e talenti

Articolo Successivo
Salmo Flop

Salmo, il messaggio su Instagram sull'ultimo album: un "Flop" che salva la vita


Articoli correlati
Total
3
Share