Amici 2021, puntare sugli inediti è la mossa vincente per affrontare il mondo “là fuori”

Gli inediti dei ragazzi della 21esima edizione del programma di Maria De Filippi hanno già conquistato il pubblico, con milioni di stream, passaggi in radio e “dure lezioni” da imparare dai big della musica italiana
I ragazzi di Amici 2021
Un dettaglio della cover di “Soundcheck”, la compilation contenente i 17 brani degli allievi della scuola, foto ufficio stampa

Amici non è ancora entrato nella fase calda, ovvero quella del serale, ma i singoli dei ragazzi della scuola di Maria De Filippi stanno già riscuotendo un ottimo successo. Basta aprire Spotify per rendersi conto dei numeri importanti ottenuti da alcuni inediti: quasi 3 milioni di stream per il primo inedito di Albe, Millevoci, e oltre 3 milioni di ascolti per Sogni al cielo di Alex W. Numeri da capogiro anche per LDA e la sua Quello che fa male, che ha superato i 4 milioni di stream.

Anche le classifiche di Spotify raccontano il successo, e l’interesse, degli inediti di Amici 2021. Nei brani della Top 50 Italia troviamo infatti due brani dei ragazzi: Quello che fa male di LDA, al 19esimo posto, e Millevoci di Albe, al 38esimo.

Amici 2021, la forza dei brani nasce anche dalla “gara inediti” e dall’interesse delle radio

I motivi del successo degli inediti dei ragazzi di Amici 2021 sono molteplici. Come vi abbiamo raccontato qualche mese fa, in occasione della finale dell’edizione precedente, da qualche edizione il talent show di Maria De Filippi ha posto grande attenzione alle nuove leve cantautorali. Gli artisti si presentano fin da subito con i loro inediti, e durante il pomeridiano hanno modo di esibirsi più volte sui loro brani. In questo modo riescono a mostrare fin da subito al pubblico a casa chi sono, i loro punti di forza e, perché no, anche quelli di debolezza.

Soprattutto, i ragazzi di Amici hanno da subito la possibilità di confrontrasi con due mondi importanti: quello dei Big e quello delle radio. Durante il pomeridiano, in onda domenica, da quest’anno gli artisti si confrontano con la “gara inediti” o “gara cover”. Tutte giudicate da grandi artisti italiani, da Ermal Meta a Giorgia, da Nek a Loredana Bertè.

Così, hanno un primo confronto con la realtà e con ciò che li attende fuori, ovvero pareri e gusti diversi. Infatti, per quanto possa esserci un’oggettività nella musica, focalizzata sul “bel canto”, come ha detto Loredana Bertè nella puntata di ieri, domenica 7 novembre, un brano “deve arrivare” e soprattutto deve far emozionare. Per questo per un artista si può essere in testa alla classifica e per un altro si può essere il fanalino di coda. Questo aspetto sicuramente racconta quello che è il mondo esterno alla scuola, dove i ragazzi non saranno più giudicati da professori ed esperti del settore, ma dal pubblico, che deciderà o meno se premiarli.

Il secondo aspetto, quello delle radio, è sicuramente importante e dimostra anche come alcuni brani siano già pronti per il passaggio radiofonico. È il caso ad esempio della new entry Sissi, che potreste aver già visto ad X Factor nel 2019. Il suo inedito, Come, come, ha grande potenziale già dal primo ascolto e siamo sicuri che sarà apprezzato anche dalle radio. Ma anche i brani di Albe e Alex W sono stati scelti dalle radio e sono già in rotazione.

Il lavoro con i produttori e il programma che strizza l’occhio alla Gen Z

Un altro aspetto di successo sono sicuramente le produzioni. Ad Amici i ragazzi hanno la possibilità di lavorare con produttori di peso, da Zef a Michele Canova, fino a Francesco “Katoo” Catitti. Questo è sicuramente un boost per i brani, che acquistano una forma e sonorità più definite e in grado di arrivare al pubblico in modo ancora più immediato.

Infine, un aspetto da non sottovalutare è la “fidelizzazione” del pubblico di Amici. Il programma sembra rivolgersi ad un target che potenzialmente va dagli 0 ai 99 anni. Ma, soprattutto, strizza l’occhio alla Generazione Z, quella più attenta alle ultime tendenze musicali. Inoltre, il pubblico di Amici sa già che genere di musica aspettarsi dai ragazzi. Gli inediti strizzano l’occhio al pop, che all’interno del programma la fa sempre e comunque da padrone.

Così, a poco più di mese dall’inizio del programma, i ragazzi stanno confermando di aver ancora parecchia strada da fare, ma di aver preso la direzione giusta per poter fare bene anche al di fuori della scuola più famosa d’Italia.

Articolo Precedente
Cosmo

Cosmo non si ferma: annunciato un "blitz" all'Alcatraz di Milano

Articolo Successivo
Daniele Menci

Daniele Menci è il nuovo capo dell'etichetta Polydor

Articoli correlati
Total
2
Share