Milva, addio a “La rossa”, aveva 81 anni

La pantera di Goro era famosa in tutto il mondo per la sua voce così versatile. Celebre l’interpretazione di Milva di Bella ciao
Milva, ©️_Marica Rossi_flickr_CC BY-SA 2.0
Milva, ©️_Marica Rossi_flickr_CC BY-SA 2.0

Questa notte si è spenta, all’età di 81 anni, Milva. La “pantera di Goro” (paese in provincai di Ferrara) o “la rossa”, come era soprannominata, era malata da tempo e viveva nella sua casa di Milano, in via Serbelloni insieme alla figlia, Martina Corgnati, e alla segretaria Edith.

Milva, vero nome Ilvia Maria Biolcati, si era ritirata dalle scene musicali più di 10 anni fa dopo una carriera costellata di successi e grandi collaborazioni, da Giorgio Strehler a Franco Battiato. Famosa infatti è l’interpretazione dell’artista di Alexander Platz, brano scritto anche da Battiato. A ricordarla, anche Dario Franceschini, ministro della Cultura.

Interprete estremamente versatile, elegante, si fece conoscere e apprezzare in tutto il mondo, dalla Germania alla Corea del Sud, dalla Francia al Sud America. Debutto a Sanremo nel 1961 con Il mare nel cassetto, arrivando terza, e poi vi tornò nel 1962 con Tango italiano. L’ultima partecipazione di Milva al festival sanremese fu nel 2007, con The Show Must Go On di Giorgio Faletti. Era chiamata “la rossa” ovviamente per il colore dei capelli e Enzo Jannacci scrisse per lei il brano e l’intero album La rossa.

E poi anche per la sua fede politica, celebre infatti era la sua interpretazione di Bella ciao che vi riproponiamo nel giorno prima del 25 aprile.

Articolo Precedente
libri musica

7 libri sulla musica che non puoi perderti

Articolo Successivo
Dinosaur Jr - 2 - foto di Cara Totman

Lou Barlow (Dinosaur Jr): «Cerco un centro di gravità permanente tra il rumore e la tranquillità»


Articoli correlati
Total
14
Share