Talking Heads: reunion e in concerto al Glastonbury Festival?

Abbiamo solo degli indizi: i Talking Heads hanno aperto un profilo Instagram e il fondatore del festival inglese ha detto di aver un super nome per le mani
Dettaglio di una foto contenuta nel booklet di Fear of Music
Dettaglio di una foto contenuta nel booklet di “Fear of Music”

Se due indizi fanno una prova, forse potremmo averne una che ci fa pensare che i Talking Heads potrebbero essere gli headliner della domenica sera del prossimo Glastonbury Festival.

Il primo indizio è che due giorni fa è misteriosamente comparso su Instagram @talkingheadsofficial, un account con nessun post da parte della band e 6 persone seguite ma già (mentre scriviamo) 9822 follower.

Strategia, ad esempio, utilizzata dai Rage Against The Machine. Dopo aver aperto il loro account su Instagram (già 285mila follower ad oggi) hanno annunciato la loro reunion in vista di un tour 2020 che li porterà anche al prossimo Coachella.

 



Il secondo indizio è che Michael Eavis, il fondatore del Glastonbury Festival, ha annunciato di non vedere l’ora di poter rivelare il nome dell’artista (o degli artisti…) principale della domenica sera. Il Glastonbury l’anno prossimo spegnerà ben 50 candeline e il “nomone” (di solito è sempre un big name storico) verrà sparato il 15 gennaio.

E se fossero proprio i Talking Heads di David Byrne? Quanti comprerebbero il biglietto per volare a Glastonbury? Che poi magari potrebbero anche venire da noi in Italia, dato che è risaputo l’amore del nostro Paese nei loro confronti.

Stiamo a vedere e di sicuro seguiamo @talkingheadsofficial.

 

Articolo Precedente
Scritto Nelle Stelle è il nuovo album di Ghemon

"Scritto nelle Stelle" è il nuovo album di Ghemon

Articolo Successivo
Harry Styles intervista se stesso, canta Adore You e si cimenta con il Carpool Karaoke

Harry Styles intervista se stesso al Late Late Show

Articoli correlati
Total
1
Share