Sack tornano dopo 12 anni: fuori il singolo “What A Way To Live”

La band irlandese, legata al nome di Morrissey per il quale aprì molte date, ha annunciato la reunion e un nuovo brano. In arrivo anche ristampe, l’album e concerti
Sack, credits: Billy Cahill
Sack, credits: Billy Cahill

I Sack, band irlandese iconica soprattutto negli anni ’90, hanno annunciato la loro reunion dopo 12 anni. Il primo segnale è stato dato a fine luglio quando è stata rivelata la firma del contratto con la Dimple Discs. Venerdì 20 agosto, invece, è uscito il loro primo singolo What A Way To Live, che anticipa un futuro EP, la ristampa dei loro successi in vinile e nuove date live.

Questo venerdì, 27 agosto, la band sarà al Dublin Quays Festival e chiuderà l’anno al The Grand Social, sempre a Dublino, il 23 dicembre. Ovviamente oltre ai pezzi nuovi la band proporrà i grandi successi come Laughter Lines, What Did The Christians Ever Do For Us e Latitude.

Il nome dei Sack è strettamente legato a quello di Morrissey, per il quale hanno aperto i concerti in tutto il mondo. Finora hanno pubblicato 3 album (You Are What You Eat, Butterfly Effect & Adventura Majestica), negli ultimi anni le loro apparizioni sono apparse sempre più sporadiche fino all’annuncio della reunion.

Spesso nei loro testi ci sono state riflessioni politiche o sociali, come nell’ultimo singolo dove raccontano le personalità narcisistiche in questo preciso momento storico.

What A way To Live è una canzone sul narcisismo e l’egoismo della gente in tempi che richiedono il contrario. Alcune persone mettono in gioco la loro vita per gli altri mentre altre si lamentano di non poter avere una frittura a Santa Ponsa (località a Minorca, ndr)…”, ha spiegato il chitarrista John Brereton.

Di certo What A Way To Live è un piacevole tuffo nei migliori anni ’90 inglesi con l’aggiunta di freschi suoni attuali.

Articolo Precedente
Madonna a bordo del treno storico in Puglia

Madonna, il saluto alla Puglia in un video su Instagram a bordo di un treno storico

Articolo Successivo
Una.Nessuna.Centomila. Sette artiste al fianco delle donne afghane

Una. Nessuna. Centomila dona a Pangea per "Emergenza Afghanistan"


Articoli correlati
Total
3
Share