Auguri Janis Joplin, la storia di “Piece of My Heart” per ricordarla oggi

Janis Joplin nasceva 77 anni fa, il 19 gennaio del 1943. Per celebrarla abbiamo ripercorso le vicende di uno dei brani che l’ha resa famosa
Janis Joplin
Facebook

«Take another little piece of my heart now baby». Ed è proprio quello che ha fatto Janis Joplin, prendendosi un pezzetto del cuore di tutti i suoi fan in giro per il mondo.

La cantante, morta prematuramente per overdose a soli 27 anni, avrebbe compiuto oggi, domenica 19 gennaio, 77 anni.

Nota verso la fine degli anni Sessanta come cantante del gruppo Big Brother and the Holding Company, è da tutti ricordata per i suoi lavori da solista. Nel 1995 è stata inserita nella Rock and Roll Hall of Fame e nel 2005 è stata omaggiata con un Grammy Award alla carriera.

Per ricordarla, in occasione del suo compleanno, noi di Billboard Italia abbiamo scelto di raccontarvi la storia di uno dei pezzi che l’ha resa celebre, Piece of My Heart.

La storia di Piece of My Heart

Forse non tutti sapranno che Piece of My Heart non è un brano scritto da Janis Joplin, bensì una cover.

La canzone, infatti, è stata scritta da Jerry Ragovoy e Bert Berns e venne pubblicata, nel 1967, come singolo da Erma Franklin, sorella della più conosciuta Aretha.

Bern Berns voleva che a registrarla fosse Van Morrison, artista che all’epoca stava producendo. Morrison declinò però l’offerta, volendo concentrarsi sul suo materiale. A quel punto la scelta ricadde su Erma.



Solo l’anno successivo, il 1968, la canzone ha ottenuto un incredibile successo grazie a Janis. La cantante ne ha realizzata una versione rock grazie alla quale l’album Cheap Thrills, contenente il brano, ha occupato per alcune settimane la #1 della classifica americana degli album più venduti dell’anno.

Erma Franklin, in un’intervista, ha raccontato che la prima volta che ascoltò la cover realizzata da Janis non la riconobbe, a causa degli arrangiamenti musicali molto lontani dalla versione originale.

Il plagio (sventato) da parte dei Queen

Vi sembrerà strano leggere il nome dei Queen associato a Piece of My Heart. In realtà, il brano omonimo della band di Freddie Mercury esiste e venne registrato nel 1983.

Piece of My Heart sarebbe dovuta essere inserita nell’undicesimo album in studio della band, The Work. Ma la demo integrale del brano risulta ancora oggi inedita. Pare che non convincesse totalmente i Queen e non venisse reputata all’altezza dell’album.

Ma la curiosità relativa a Janis Joplin è la seguente: l’inizio gospel, che caratterizzava l’interludio della canzone, riprendeva in modo davvero eccessivo l’ominomo brano della cantante. Solo 10 anni dopo, tra il 1993 e il 1995, i membri rimasti dei Queen hanno deciso di rielaborare la canzone e hanno così rimosso, per motivi di copyright, la parte introduttiva. Inoltre, Rob Stewart venne escluso dal progetto.

Il titolo venne cambiato e si scelse Let Me LiveLe parti che all’epoca erano di Stewart vennero sostituite con delle strofe soliste cantate da Brian May e Roger Taylor.



Le cover di Piece of My Heart

Janis Joplin è stata (ed è tuttora) per tutti un’icona della musica. Piece of My Heart è stata riproposta da diversi artisti nel corso degli anni. Tra questi troviamo: Dusty Springfield che nel 1968 la incluse nel suo album Dusty… Definetly, e Brian Ferry che la pubblicò nel suo album di debutto solista These Foolish Things nel 1973.

E ancora: Sammy Hagar che la inserì nel suo primo album, Geffen Records, e Standing Hampton che con questa canzone, nel 1982, ottenne un disco di platino.

Più recentemente, Melissa Etherige ha registrato la sua versione del singolo nel suo Greatest Hits: The Road Less Traveled del 2005. Sempre in quell’anno, in occasione della consegna dei Grammy Awards, la cantante e Joss Stone hanno reso omaggio a Janis Joplin esibendosi in duetto su Piece of My Heart e un altro grande classico della cantante, Cry Baby.

Passando in rassegna le cover su YouTube, appare subito chiaro quanto la figura della cantante soul americana sia stata d’impatto nel mondo della musica mondiale. Oltre agli artisti già citati, anche altri si sono cimentati nella riproposizione di questo grande classico. Tra questi troviamo, per citarne alcuni: P!nk, Kelly Clarkson e Steven Tyler.



La grapich novel Janis Joplin: Piece of My Heart

Se arrivati a questo punto non avete ancora capito l’importanza che questo brano ha avuto nella storia della musica, forse lo capirete qui.

Nel 2017 Edizioni BD, casa editrice milanese, ha incluso nella sua colonna BD ROCK, la graphic novel Janis Joplin – Piece of My Heart; ispirata alla storia della cantante e realizzata dall’autrice Giulia Argnani.

L’opera, che si sviluppa in un arco temporale di dieci anni, racconta la sua storia, dalla quotidianità a Port Arthur – città natale dell’artista – fino alla sua tragica scomparsa.

Così, la grapich novel tratteggia il profilo di una donna forte e allo stesso tempo fragile. Una giovane artista che ha trovato nella musica la sua fonte di vita e allo stesso tempo la sua condanna. Consolatrice ma anche nemica.

Sopraffatta dal senso di solitudine, Janis Joplin ci ha lasciati troppo presto, ma brani come Piece of My Heart vivono ancora, per ricordarci quanto, anche nella morte, gli artisti riescano ancora ad essere pezzi del nostro cuore.



Articolo Precedente

Bugo presenta "Cristian Bugatti": «Ritorno in campo da titolare»

Articolo Successivo
Steve Aoki: è arrivata la collaborazione con Maluma. Ascolta qui Maldad

Steve Aoki: è arrivata la collaborazione con Maluma. Ascolta qui "Maldad"

Articoli correlati
Total
26
Share