Dusty Hill: il ricordo dei colleghi per il bassista degli ZZ Top

Da Ozzy ai Red Hot Chili Peppers, fino a Slash e ai Kiss: il mondo della musica piange il rocker dalla lunga barba, morto all’età di 72 anni
Dusty Hill, ZZ Top. Foto dal profilo Instagram della band
Dusty Hill, bassista dei ZZ Top. Foto dal profilo Instagram della band

È morto questa notte, nel sonno, Dusty Hill, il bassista 72enne della band ZZ Top. La formazione statunitense, nata nel 1969, ne ha dato annuncio su Instagram con un post condiviso dai colleghi Billy Gibbons e Frank Beard. Hill, noto al mondo per la sua celebre lunga barba, aveva avuto di recente un problema all’anca e alcune complicazioni che non gli hanno permesso di partecipare all’ultimo tour estivo della formazione. Inoltre, negli ultimi giorni il musicista si era fatto sostituire in concerto dal tecnico delle chitarre Elwood Francis.

«Siamo addolorati per la notizia della perdita del nostro “compadre” Dusty Hill. Si è spento nella sua casa a Houston, Texas. A noi, insieme alla legione di fan degli ZZ Top in tutto il mondo, mancherà la sua solida presenza, il suo buon carattere e l’impegno nei confronti della band», si legge sulla pagina degli ZZ Top.

Dusty Hill, il ricordo del mondo della musica

Al ricordo dei due, si unisce anche l’omaggio del mondo della musica, a partire da Paul Stanley dei Kiss, che insieme a una foto iconica su Twitter lo definisce “unico”:

Non solo, si associa nel ricordare Dusty Hill anche Ozzy Osbourne, che ha un pensiero proprio per Gibbons e Beard e per tutti i fan sparsi intorno al mondo:

Ancora, Flea dei Red Hot Chili Peppers lo definisce un “vero rocker”:

Slash, Paul Young, Mike Portnoy, l’ultimo saluto al rocker

Fra gli altri, anche Slash posta una foto di Hill su Instagram, commentando con un rispettoso “Rest in peace”:

Non manca, inoltre, la reazione di Paul Young che, sempre su Twitter, scrive: «È con immensa tristezza che dico addio a Dusty Hill, l’ho amato da quando avevo 14 anni. La band più in gamba del pianeta!»

Un ultimo, ma non per importanza, messaggio di cordoglio è quello di Mike Portnoy, ex-membro dei Dream Theater. L’artista osserva (giustamente) come questo sia stata un mese maledetto per la musica. Abbiamo infatti perso diverse personalità, tra cui Joey Jordison degli Slipknot, soltanto ieri:

Gli ZZ Top, noti soprattutto per hit come Tush, sono presenti nella Rock and Roll Hall of Fame. E non dimenticheremo mai di quella volta in cui il brand Gillette offrì un milione di dollari al compianto bassista per radersi la barba in una pubblicità. Rocker, fino alla fine: riposa in pace, Dusty.

Articolo Precedente
Archie Hamilton - Our Time - anteprima

"Our Time": in anteprima il nuovo singolo di Archie Hamilton

Articolo Successivo
Danti. Foto di Matteo Bellomi

Danti, il settore dello spettacolo al centro del video di "Mandala"


Articoli correlati
Total
4
Share