La DJ Hilton sarà sull’isola della Riunione in Francia nel 2016.

Mentre è al quinto anno di carriera ad Ibiza, l’originale ereditiera diventata DJ-Paris Hilton condivide i segreti che l’hanno aiutata ad avere successo in entrambi gli ambiti in tutto il mondo.

Paris Hilton afferma che lei “ama far cambiare idea” quando si tratta della sua musica. La 36enne magnate del business e star nata, celebrerà il quinquennale della sua festa Foam & Diamonds all’Amnesia di Ibiza nel mese di luglio, continuando la sua corsa come unico DJ donna dell’isola con residenza.

Nel frattempo, la Hilton è attiva nel mondo pop: questo mese, ha annunciato un nuovo singolo intitolato “Summer Reign”, ha annunciato il lavoro su un lungo remix della sua hit 2006 “Stars Are Blind” ed è comparsa nel video musicale della cantante Demi Lovato “Sorry Not Sorry”. Otto anni da quando si dilettava nella cabina da DJ, Hilton riflette sulla sua carriera continuativa da DJ, sulla sua presenza nell’etichetta discografica Cash Money Records e su cosa aspettarsi da “Summer Reign.”

Hilton, Lovato e Wiz Khalifa nel video musicale “Sorry Not Sorry”.

Hai debuttato come DJ nel giugno 2012. Quando hai iniziato, avresti mai immaginato che avresti ancora lavorato come DJ a questo punto della tua carriera?

Ho iniziato la mia carriera come DJ sette anni fa. La mia prima esibizione è stata in Brasile. Con circa 30.000 persone, e chiudevo il concerto di Jennifer Lopez, è stato così divertente. Mi è piaciuto così tanto che dopo quest’esperienza, ho voluto saperne di più e ho imparato le tecniche e ora suono sul nuovo Denon [giradischi], che è appena uscito ed è incredibile suonarci su. È il momento più bello della mia vita. Non mi rendevo conto di quanto successo avrei potuto avere.

Da quel primo spettacolo, quanto pensi di essere cresciuta come DJ?

Davvero tanto. La prima volta che ho suonato, ero così nervosa, timida, ma ora lo faccio da così tanto tempo che mi sento molto a mio agio sul palco. Mi piace sentire l’atmosfera e l’energia e la gente e nel frattempo studio con alcuni dei maggiori esperti del mondo. Sto imparando sempre di più il mestiere. Sento che sto crescendo ogni giorno di più.

Come sono stati gli spettacoli fino ad ora?

Stupefacenti. Tutto esaurito, c’erano così tante persone, tutto prenotato, e ballavano per tutto il giorno senza sosta. Ogni anno è stato un grande passo avanti.

Cosa significa per te essere l’unica DJ donna americana che risiede a Ibiza da così tanto tempo?

È un grande onore, significa tanto per me essere l’unica DJ donna americana che risiede presso il miglior club qui, uno dei migliori posti del mondo. Sono orgogliosa di dire che ho ricevuto così tanti complimenti e tanta credibilità da tutto questo e so di aver lavorato molto duramente. Sono orgogliosa di realizzare così tante cose con il mio lavoro e con la mia occupazione, ma è proprio di questo che sono molto orgogliosa.

Quando si tratta di organizzazione, cosa pensi che sia importante che le persone abbiano nel loro arsenale per assicurarsi di avere un set di successo?

Mi piace sempre tutto ciò che riguarda la tecnologia più aggiornata e innovativa. Prima che le cose escano, le prendo. Quando ho iniziato a suonare, l’ho fatto su un Pioneer e poi sono passata al Traktor S4 e al Traktor Kontrol S8. Denon era appena uscito, ci ho suonato e mi piaceva, è come mettere dei CDJs Pioneer mixati con Traktors in uno. È un impianto incredibile. Penso sia davvero importante sapere cosa stai facendo, molto sta nella tecnica, perché molte persone non sanno quanto impegno ci voglia per fare il Dj. E, quando prepari un set, devi conoscere il pubblico e fare le tue ricerche per capire quali siano le canzoni più famose nel Paese e la fascia di età delle persone davanti a cui suonerai. Io metto insieme almeno sei ore delle mie canzoni preferite. Non suono mai due volte lo stesso set. Mi limito solo a guardare e sentire il mio pubblico, scegliendo solo brani semplicemente guardando la gente e sentendoli.

Pensi sempre a tutto? Perché sembra che ti affidi molto all’improvvisazione.

Sì, faccio tutto al volo. Amnesia, conosco la folla, conosco la gente, so come saranno, quindi tutto sta fondamentalmente nel raccogliere tutte le mie canzoni preferite, qualunque sia la traccia più coinvolgente e più popolare del momento e poi realizzare Il mio remix, trovo un bootleg o solo dei remix diversi che nessuno ha mai sentito prima, o li ottengo dai miei amici DJ. In realtà mi piace molto suonare una varietà di musica, non mi limito mai solo ad un genere.

Inserisci anche le tue canzoni nella tua play list?

Si, certo. Di solito inizio con qualsiasi singolo che abbia a disposizione in quel momento. Lo eseguo prima sul set e poi forse “Turn It Up” e poi alla fine finisco sempre con “Stars Are Blind.”

Molta gente ha una canzone preferita a cui ricorrere se la folla non sembra presa, perché sai che puoi utilizzare quella canzone per sollevarla davvero. Hai una di quelle canzoni?

Ce ne sono così tante. Una delle mie preferite che fa impazzire la gente è “Bounce Generation” di TJR. E “Rattle” dei Bingo Players. “Opus” di Eric Prydz. Qualcosa di Calvin Harris, come “Feel So Close” e “Summer”. Ma sì amo la musica, quindi cerco sempre di suonare nuove canzoni.

Sarai consapevole del fatto che ci sono sempre dei denigratori, persone che dubitano o non ti prendono sul serio come musicista. Credi che la gente lo stia ancora facendo con te?

Si, certo. All’inizio penso che quando tutti hanno sentito che Paris Hilton avrebbe fatto la DJ, dicevano, cosa? E lo capisco – a meno che tu non mi conosca, perché ho sempre amato la musica. Naturalmente non li biasimo. Avrei pensato la stessa cosa, ma nel corso degli anni mi sono spinta davvero oltre, con i miei anni come DJ all’Amnesia, viaggiando in giro per il mondo e questo è un enorme, un enorme successo, perché sai, i numeri non mentono. Penso di aver lavorato duramente per arrivare a questo punto. Ho ospitato nella mia cabina alcuni dei più grandi DJ del mondo che sono venuti a sentirmi suonare e dicevano “Dio Santo, stai davvero suonando dal vivo.” E io “Sì…” “Quindi sai davvero cosa stai facendo, sei meglio di molti ragazzi che ho visto suonare. “Mi piace stupire le persone, far cambiare loro idea e mostrare loro che sono più del mio nome.

Quali sono i tuoi obiettivi da DJ in futuro?

Amo farlo e mi piacerebbe continuare a suonare e mi piacerebbe mettere insieme il mio festival musicale un giorno, qualcosa di davvero speciale e divertente e qualcosa che coinvolga la beneficienza.

“Summer Reign” è il tuo nuovo singolo. Cosa puoi dirmi a riguardo?

Ho composto “Summer Reign” con Chris Daniel e DJ Suri. Sono incredibili, hanno remixato metà del mio ultimo singolo [“High Off My Love”] ed è così che li ho incontrati e mi hanno inviato questa traccia e mi è piaciuta così tanto che ho iniziato a scriverne una con il mio partner di scrittura. Volevo davvero scrivere una canzone sull’estate e su quale sia la mia idea di estate, piena di divertimento, amore e canzoni da ascoltare.

C’è stato un pettegolezzo secondo cui avresti realizzato un album con Afrojack, che avrebbe gestito la maggior parte della produzione. Cosa ne è stato?

Ho lavorato con tante persone. Ora il sound è così diverso. All’epoca, quando realizzammo l’album insieme, quel sound era incredibile ma ora il sound è cambiato così tanto che non sentivo più mie quelle canzoni. Oggi la musica si evolve così velocemente che una canzone composta un anno fa, sarà molto diversa da una fatta adesso. Quelle canzoni sono semplicemente inutilizzabili perché le abbiamo registrate tanti anni fa. Voglio qualcosa di nuovo, più fresco, cerco un sound futuristico.

Stai registrando un altro album?

Sono principalmente concentrata sui singoli, penso che sia quello che va maggiormente nell’industria musicale al giorno d’oggi. Non si tratta di album. Quindi sì, lavoro al mio secondo album da sempre, ma sto anche gestendo un enorme business e facendo un milione di altre cose.

Cosa è successo alla versione originale di “Screwed”?

Quando ero con Warner Bros., mi hanno fatto lavorare con Rob Cavallo e abbiamo realizzato questo album rock. La prima versione che ho realizzato con lui era più pop-rock. C’era una cover di “Heart of Glass” di Blondie. Ho scritto un po’ di altre canzoni rock-pop. Forse le metterò su, ma ripeto quel sound, non è il futuro.

Qual è stata la ragione per cui ti sei basata su quella prima versione per quello che è stato il tuo debutto?

Stavamo registrando così tante canzoni e poi andammo allo studio di Dr. Dre e cominciarono a suonarmi proprio tutte quelle tracce e ritmi straordinari e lì ho capito che mi sarei dovuta orientare da un pop-rock ad una specie di pop / hip -hop, meno pop e dovevo semplicemente cambiare l’intero stile di tutto l’album. Registrai diverse canzoni pop-rock e dopo aver incontrato Scott [Storch] ed esser andati a Miami, abbiamo iniziato a registrare l’intero album insieme e l’abbiamo semplicemente rifatto per intero.

Sei ancora sotto contratto attualmente con Cash Money?

Mm… Sì.

Recentemente hanno avuto alcuni problemi con i loro artisti. Qual è il tuo rapporto con loro?

Birdman è sempre stato fantastico con me e non ho problemi. Mm, sì, mi fermo qui.

“Summer Reign” uscirà con Cash Money?

Non lo so. Devo capirlo. Ma per adesso “Summer Reign” non è nemmeno una versione ufficiale, ma sono, diciamo, da sola al momento.

Lo sai che Lindsay Lohan ha tweetato chiedendoti di venire a Mykonos per il suo compleanno. L’hai visto?

Non l’ho visto, ma ero all’aeroporto con così tanti paparazzi e loro mi chiedevano se sarei andata. Ho appena avuto la residenza a Ibiza, quindi per me va bene. Mi piace, ma dubito che Britney o Beyonce ci saranno. Penso che sarà un po’ random ma sapete, magari cercherò di promuovere il club là o quello che sarà.

Deve sentirti orgogliosa di aver ottenuto il rispetto che hai adesso quando sai di esser stata così buttata giù quando sei uscita con il tuo primo album.

È come se io avesse sempre creduto in me stessa e sono sempre stata avanti con i tempi in molti modi. C’è molta gente che non fa nulla di quello che faccio io adesso. Molte persone fanno la stessa cosa, ma è solo che … all’epoca la gente non l’ha capito e ora è come se, non lo so. È bello sapere di essere un’ispirazione per le persone e soprattutto vedere come le persone che all’inizio non l’avevano capito, ora si stiano ricredendo, e questo mi rende molto orgogliosa.