John Lennon: l’Empire State Building si illumina per l’80esimo compleanno

Il figlio Sean ha acceso le luci dell’Empire State Building per John Lennon, celebrato anche dalla repack Gimme Some Truth
John Lennon

Oggi l’indimenticato John Lennon avrebbe spento 80 candeline. Nonostante siano passati ben 40 anni da quell’8 dicembre 1980, il mito della voce di Imagine continua a raccogliere seguaci in ogni angolo di mondo, che in questo giorno particolare gli dedicheranno perlomeno un pensiero o un ascolto delle sue canzoni più amate.

Non mancano però le mobilitazioni celebrative più strutturate per augurare buon compleanno a John Lennon.

Ieri sera l’Empire State Building ha reso omaggio a John (newyorkese d’adozione) illuminando di blu le luci della torre.

La magia di NY colpisce ancora. Lo stesso Lennon venne stregato dal fascino dalla Grande Mela:

«New York, per la maggior parte delle persone provenienti dalla Gran Bretagna o dall’Europa, è l’America. Cioè, a parte il lato hollywoodiano, perché è la foto che conosciamo sempre da bambini. Sei cresciuto su quel profilo di Manhattan, ed è un vero sogno essere qui e sentirsi parte di essa».

Il figlio Sean Ono Lennon si è messo a disposizione per accendere l’interruttore e illuminare l’edificio iconico in onore di suo padre.

NEW YORK, NEW YORK – OCTOBER 08: Empire State Building Lighting Ceremony In Honor Of John Lennon’s 80th Birthday at The Empire State Building on October 08, 2020 in New York City. (Photo by Cindy Ord/Getty Images for UMe)

Sean ha inoltre eseguito una cover di Isolation dall’album di debutto di Lennon John Lennon/Plastic Ono Band durante l’evento A Late Show With Stephen Colbert’s #Playathome series.

Successivamente ha invitato colleghi e fan a replicare a suon cover di cover i successi del padre.

La nuova collezione dedicata a John Lennon

Non poteva mancare la musica ai festeggiamenti.

Come vi avevamo anticipato, è infatti disponibile da oggi tramite Capitol/Ume una repack di nuove uscite dal titolo GIMME SOME TRUTH. THE ULTIMATE MIXES, che raccoglie alcune delle canzoni più vitali e amate di John Lennon prese dalla sua carriera solista

Prodotte da Yoko Ono Lennon e dal già citato figlio Sean, i brani sono stati completamente remixati dalle multitracce originali da zero, migliorando radicalmente la loro qualità sonora e presentandole come un’inedita Ultimate Listening Experience.

Il figlio d’arte di Yoko e John Lennon ha approfittato dell’occasione per lanciare un filtro IG da condividere con i follower e i supporter, pensato per lanciare la compilation.

 Il nome deriva dal rimprovero di John Lennon del 1971, un sentimento rilevante e attuale nella nostra era post-verità, pericolosamente ricca di notizie false: GIMME SOME TRUTH.

La compilation è disponibile in una varietà di formati, tra cui una Deluxe Edition Box Set che offre diversi modi di ascoltare questo avvincente 36-track.

Articolo Precedente

Carl Brave: «"Coraggio" è superare le barriere e continuare a essere real»

Articolo Successivo

"Despacito" di Luis Fonsi e Daddy Yankee è la Latin Song del decennio

Articoli correlati
Total
4
Share