Connect with us

POP

Emma presenta “Essere Qui” – Le dichiarazioni e la videointervista

Il quinto disco di inediti di Emma – anticipato dal singolo “L’Isola” – è “Essere Qui”. La cantante sarà in tour dal 16 maggio

Emma

«Il titolo Essere Qui è arrivato tardi, ma giusto in tempo perché potessi rendermi conto di tutto il percorso dell’album». Inizia così Emma mentre presenta ai giornalisti il suo quinto lavoro di inediti, Essere Qui, nei negozi da domani, venerdì 26 gennaio, per Universal Music. «L’ho covato dentro per due anni. Sono stata in studio, ho seguito tutto il lavoro di produzione. In questo disco c’è la parte migliore di me, quella che ho accettato, quella che mi sono perdonata e quella che ancora non conoscevo», ha esordito, non senza commozione.

In effetti Essere Qui ha l’aria di essere un album decisamente curato, negli arrangiamenti (l’impronta del produttore Luca Mattioni è decisamente riconoscibile) e nella scelta dei testi, sempre diretti e con un messaggio ben preciso al loro interno. Si parla (tanto) di donne («Il brano Le Ragazze Come Me è un manifesto moderno per le donne della nuova generazione»), di cyberbullismo («Con il brano Malelingue voglio dire ai ragazzi che mi seguono che l’indifferenza è l’arma migliore contro chi esercita violenza»). E si parla (ancora di più) di amore.

La video-intervista di Billboard Italia a Emma



Ma l’amore di cui parla Emma ha molte facce. Passa dalla concezione più erotica (basta ascoltare l’esplosiva Effetto Domino) a quella più delicata e fragile (Portami Via da Te, ma non solo). E ha come fil rouge un amore per se stessa che forse non aveva ancora sperimentato in modo così completo e incondizionato: «Mi sento bene, a volte faccio scelte difficili, azzardate. Ma sono scelte mie. E, ancora una volta, ogni cambiamento ha bisogno di tempo. Io me lo sono preso tutto».

Il concetto di scelta torna spesso mentre Emma racconta del suo nuovo progetto: «Ho ascoltato il brano L’Isola due anni e mezzo fa. È stato il motore che mi ha spinto a lavorare al disco in questo modo. Per quanto la scelta dei singoli sia molto importante (soprattutto per una casa discografica) ho voluto pubblicare subito questo pezzo. Rifarei questa scelta al cento per cento, anche se forse non è un brano “discograficamente perfetto” per presentare un nuovo disco in arrivo», ha raccontato.



Emma ha scritto solo uno degli undici brani della tracklist. E la scelta degli autori è stata assolutamente particolare: «Quando ascoltavo i brani arrivati per me, ho chiesto a Francesca (la manager, ndr) di non dirmi gli autori. Volevo scegliere la canzone, non l’autore. Ho voluto che ogni brano avesse a che fare con il senso generale del disco e con una futura dimensione live».

La cantante ha infatti annunciato le date del suo tour («Ho già disegnato personalmente il palco», ha affermato). Si partirà il 16 maggio dal Palalottomatica di Roma. Poi: il 18 maggio al Mediolanum Forum di Assago (Milano), il 19 maggio al Palaalpitour di Torino, il 21 maggio alla Kioene Arena di Padova, il 23 maggio al Mandela Forum di Firenze, il 26 maggio al Pal’Art Hotel di Acireale e il 28 maggio al Pala Partenope di Napoli. Tutte le informazioni qui.

Chiara Galiazzo Chiara Galiazzo

Chiara Galiazzo: «Il “Bonsai” ti aiuta a non dare nulla per scontato»

NEWS

Ketama126 Ketama126

Ketama126: «Perdere il disagio può essere un problema per l’ispirazione»

NEWS

Max Brigante Max Brigante

Max Brigante: «In Italia un approccio sbagliato al reggaeton»

NEWS

Khruangbin Khruangbin

Khruangbin: l’ombelico del mondo è a Houston. L’intervista

ROCK

2017 - 2020 Copyright © Billboard Italia - BBI SRL a Parcle Group Company

Connect
    • TikTok
Newsletter Signup