“Drivers License” di Olivia Rodrigo debutta al n. 1 della Billboard Hot 100

Come avevamo previsto, il successo di Olivia ha scalzato la concorrenza, diventando di fatto una delle prime hit uscite nel 2021 ad imporsi
Courtesy Photo
Courtesy Photo

Pochi giorni fa vi parlavamo di una possibilità che alla fine è diventata realtà. Drivers License di Olivia Rodrigo debutta al numero 1 della classifica Billboard Hot 100, diventando la canzone più venduta e più ascoltata della settimana.

Il singolo, pubblicato l’8 gennaio, segna il primo Hot 100 N.1 della diciassettenne. La cantautrice e attrice ha inizialmente sfondato con ruoli in Bizaardvark di Disney Channel nel 2016 e in High School Musical: The Musical: The Series di Disney + nel 2019. Il suo background ha contribuito a suscitare parecchio entusiasmo attorno a Drivers License, anche per via di qualche gossip.

The Hot 100 combina streaming statunitense di tutti i generi (audio ufficiale e video ufficiale), trasmissione radiofonica e dati di vendita. Tutte le classifiche (datate 23 gennaio) verranno aggiornate su Billboard.com domani.

Drivers License, pubblicato su Geffen / Interscope Records, è il 1.116esimo numero 1 nei 62 anni di storia della Hot 100. È il 48 ° singolo a debuttare in cima, e il primo del 2021, per la gioia di Olivia e dei suoi supporter.

I 76,1 milioni di stream negli Stati Uniti della settimana di apertura per il singolo segnano tra l’altro un nuovo miglior risultato settimanale per il primo singolo di un’artista donna promosso tra radio, servizi di streaming e altre piattaforme.

La somma risulta la migliore da quando WAP di Cardi B ft. Megan Thee Stallion è salita alle stelle con 93 milioni di stream negli Stati Uniti nella settimana terminata il 13 agosto 2020 (e in cima alla Hot 100 in data 22 agosto).

Ascolta Drivers License di Olivia Rodrigo

Articolo Precedente
Gabry Ponte/ fonte: Instagram

Gabry Ponte costretto da una malattia degenerativa ad operarsi al cuore

Articolo Successivo
Headie One, fonte: Instagram

Perché l'UK drill sta finendo sempre più spesso in tribunale


Articoli correlati
Total
145
Share