Buon compleanno Dua Lipa! I 5 brani che hanno definito la sua carriera

La pop star britannica compie oggi 25 anni. Abbiamo approfittato della ricorrenza per ripercorrere la sua straordinaria carriera musicale attraverso i brani che l’hanno segnata maggiormente
Dua Lipa
Foto di Jordan Strauss/Invision/AP/Shutterstock

E sono 25! Il 22 agosto 1995 nasceva a Londra una delle artiste destinate a scrivere un capitolo significativo del pop mainstream contemporaneo. Quest’anno Dua Lipa ha fatto il pienone con il suo secondo album Future Nostalgia, vero e proprio tributo al grande dance pop anni ’80, che ha segnato il suo passaggio da artista generazionale a interprete senza tempo, per ogni tipo di pubblico. Basti pensare che in Italia – mercato storicamente molto selettivo nei confronti delle produzioni pop estere – ha toccato la terza posizione della classifica degli album.

Di origini kosovare e dallo stile carismatico e riconoscibilissimo, Dua Lipa è tutt’altro che una meteora del pop. Al contrario, osservando il suo percorso artistico dagli esordi a oggi (pubblicava i primi singoli ufficiali nel 2015) si riscontra una crescita organica avvenuta passo dopo passo, scandita da singoli di successo e una manciata di collaborazioni ben piazzate. Ora che taglia il traguardo del quarto di secolo, abbiamo voluto ripercorrere la sua storia artistica in cinque tappe fondamentali che hanno definito la sua carriera. Buon compleanno Dua Lipa!

Be the One

I singoli pubblicati nel 2015/16 fotografano una Dua Lipa prima dell’exploit globale ma che ha già fatto presa su una fascia di pubblico giovane. Il tono dominante è ancora post-adolescenziale ma si intravede già quel senso di determinazione che è una delle sue caratteristiche più riconoscibili. Be the One rappresenta un curioso unicum nella sua produzione a livello di sonorità: un uptempo irrequieto e atmosferico, quasi in stile Coldplay.

New Rules

Il singolo della svolta, che la proietta su scala planetaria. Il videoclip del brano macina 2.3 milioni di visualizzazioni nelle prime 24 ore e si attesta oggi oltre quota 2 miliardi. Non solo: il successo del brano la porta all’attenzione del mondo dell’alta moda. Da giovane talento pop a nuova icona di stile, la sintesi di voce e immagine è compiuta. In quell’enumerazione delle “regole” da osservare con i ragazzi che non vogliono fare sul serio, c’è persino un’involontaria eco dei Clash di Know Your Rights: contesti certo diversi, ma stessa volontà di trasmettere un messaggio chiaro e soprattutto utile.

Electricity feat. Silk City

Quando collabori con due assi come Diplo e Mark Ronson (qui uniti sotto il moniker Silk City), sai di andare sul sicuro. Eccome: il singolo si è accaparrato il Grammy come Best Dance Recording alla 61° edizione dei celebri premi (ovvero nel 2019; nella stessa serata Dua Lipa è stata anche premiata come Best New Artist). Il singolo – pensato per il lancio del repack del suo album d’esordio – per certi versi introduce il “nuovo corso” dell’artista britannica, anticipando quelle ispirazioni “retromaniache” che troveremo ulteriormente sviluppate in Future Nostalgia.

Don’t Start Now

Ed eccoci arrivati alla fase attuale. Uscito molti mesi prima dell’album, Don’t Start Now ha avuto tutto il tempo per imporsi come hit globale, tanto in streaming (ad oggi oltre un miliardo di stream su Spotify) quanto in radio. Oltretutto riassume in sé perfettamente l’evoluzione del sound di Dua Lipa. Ciò emerge chiaramente dalle sue stesse parole: «Ho scelto di pubblicare questa canzone per prima in modo da chiudere un capitolo della mia vita e iniziarne un altro. Verso una nuova fase con un nuovo sound! Tutto sta nell’andare avanti e non permettere mai a nessuno di mettersi di mezzo».

Levitating (Remix) feat. Madonna & Missy Elliott

Per la serie “grandi collaborazioni”, eccone una che mette in chiaro l’ambizione di Dua Lipa di ricollegarsi direttamente alla grande pop music del passato. In questa versione remix del brano di Future Nostalgia, la troviamo in compagnia di un’icona del rap anni ’90 e Duemila, Missy Elliott, e della regina indiscussa del pop, Madonna. Non male: nel giro di cinque anni la cantante è arrivata in cima al mainstream guadagnandosi anche il rispetto delle grandi figure che ne hanno fatto la storia. Quale sarà il suo prossimo salto in avanti?

Articolo Precedente
Shout - Tears For Fears - Songs from the Big Chair

“Shout”, ad agosto 1985 l'urlo dei Tears For Fears arriva alla vetta della Hot 100

Articolo Successivo
I BTS, Courtesy Photo

BTS, con "Dynamite" è record di views su YouTube

Articoli correlati
Total
11
Share