“Anagnorisis”: in anteprima il nuovo video di Asaf Avidan (con regia di Wim Wenders)

Il brano è la title track del nuovo album del cantautore, in uscita l’11 settembre. Lo accompagna un videoclip diretto da un regista d’eccezione: Wim Wenders
Asaf Avidan - Anagnorisis - anteprima - foto di Ojoz
Foto di Ojoz

Nel linguaggio della letteratura greca classica, la “anagnorisis” indica il momento dell’improvviso riconoscimento dell’identità di un personaggio, che determina una svolta decisiva nella vicenda. Quel momento, in cui svelando un elemento della trama di una storia precedentemente nascosto, il personaggio si confronta con la sua vera identità. Per il cantautore Asaf Avidan non c’era modo migliore per sintetizzare in una parola il processo di autoconoscenza che l’ha accompagnato nella scrittura del nuovo album, Anagnorisis appunto, in uscita l’11 settembre per Artist First. Lo anticipa la title track, pubblicata come singolo e accompagnata da un videoclip diretto nientemeno che da Wim Wenders. Ve lo presentiamo oggi in anteprima.

«Prima del mio quarantesimo compleanno, mi sono ritrovato a prendermi del tempo lontano dal palco e a scavare nel mio io alla ricerca di nuovi modi per capire e catturare chi sono», spiega Avidan a proposito del brano. «Ma più scavavo in profondità, dentro di me, più la situazione era intangibile. Muoversi, mutare… Ogni volta che credevo di aver afferrato quel qualcosa e ne scrivevo, questo cambiava già e si trasformava in qualcos’altro».

E continua: «Come artista è stato devastante il non essere in grado di “catturare” alcunché di preciso. Come essere umano, è stato impegnativo ma inebriante. Tutti i sentimenti, le storie e gli archetipi profondi in me erano intrecciati in una nuvola complessa, astratta, in continua evoluzione. Cercare di catturarla sarebbe stata una disfatta ma, indipendentemente dall’impossibilità, ho sentito il bisogno di provare a ritrarre quel paesaggio. Questa è Anagnorisis».

Guarda in anteprima il video di Anagnorisis di Asaf Avidan

Asaf Avidan – Bio

Già attivo con i The Mojos, con i quali si è aggiudicato il disco di platino per l’album The Reckoning (2006), Asaf Avidan ha raggiunto il grande pubblico nel 2013, con la pubblicazione di Different Pulses su etichetta Polydor / Universal Music, e un lungo tour che lo ha portato in giro per il mondo. Dopo la standing ovation ricevuta durante l’esibizione come ospite internazionale al Festival di Sanremo nel 2013 e un tour che lo ha più volte visto passare per l’Italia per una serie di concerti (a volte con la bande e altre con la sola compagnia di una chitarra) Asaf Avidan ha raddoppiato il suo successo con l’album del 2015 Gold Shadow. Nel 2017 è la volta di Study of Falling. A tre anni di distanza dall’ultima pubblicazione, Avidan è pronto a tornare con Anagnorisis, il nuovo album in arrivo l’11 settembre 2020, cui seguirà un tour italiano a febbraio dell’anno prossimo.

Articolo Precedente
Soundtrack Stars Award dedicata a Ennio Morricone

L'edizione 2020 dei Soundtrack Stars Award è dedicata a Ennio Morricone

Articolo Successivo
Ronnie Wood: Mick Jagger «sta andando bene» dopo l'operazione

I Rolling Stones pubblicano il video di "Criss Cross". Guardalo

Articoli correlati
Total
31
Share