Aspettando “El Último Tour del Mundo”: 6 brani di Bad Bunny da riscoprire

Abbiamo selezionato alcuni dei singoli più underrated di Bad Bunny dal 2018 in poi, per un veloce ripasso in vista dell’uscita del nuovo album
Bad Bunny, fonte: Instagram

Nelle ultime ore la latin community è andata in visibilio per il continuo rimbalzo di informazioni ufficiali e presunte sul nuovo disco di Bad Bunny, che ha finalmente un titolo: El Último Tour del Mundo.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Noisey en español (@noiseyenespanol)

Non solo. Sono state rese note anche la copertina, dove campeggia il muso di un tir – particolare già “spoilerato” nella cover del singolo Dakiti (feat Jhay Cortez), nonché supposto omaggio al padre di Benito, camionista in passato – e, infine, la tracklist, dove spiccano tra i vari inediti il feat con ROSALÍA, ampiamente preannunciato oltre un anno fa.

C’è anche una data, il 27 novembre, indicata dallo stesso artista con una frase concisa: «MAÑANA A LAS 12 DE LA MEDIANOCHE».

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da @badbunnypr

Pur non avendo specificato che cosa potremo sentire da domani – un estratto o il disco intero? – sono insistenti le voci riportate dai media latin di settore che optano per la seconda opzione.

Il ritiro di Bad Bunny?

El Último Tour del Mundo rappresenta forse la release più attesa della carriera di Bad Bunny. La ragione è da ricercare nel brano <3, incluso in YHLQMDLG, in cui lo stesso reggaetonero alimentò voci sul presunto ritiro dalla scena musicale.

Come suggerito da un paio di barre del singolo, una volta pubblicato il nuovo disco, che sarebbe arrivato 9 mesi dopo la pubblicazione di fine febbraio, la latin star avrebbe detto basta. A metter paura ai fan, il fatto che El Último Tour del Mundo esca (probabilmente) domani, 27 novembre, circa 9 mesi dopo YHLQMDLG, pubblicato il 29 febbraio.

L’artista era però tornato sui suoi passi in un’intervista rilasciata a Rolling Stone a maggio, specificando che non si riferiva letteralmente alla produzione musicale. Semmai, all’esposizione mediatica.

Y en nueve mese’ vuelvo y saco otro

Pa’ retirarme tranquilo como Miguel Cotto

Bad Bunny, <3

In ogni caso, il disco di Bad Bunny sta per arrivare, e per non farci trovare impreparati abbiamo deciso di ripercorrere i suoi progetti ufficiali da X100PRE in poi, selezionando alcuni dei brani (passateci l’iperbole) più colpevolmente underrated, che meriterebbero maggior notorietà rispetto ai banger arcinoti.

RLNDT

Partiamo con una perla contenuta nell’acclamato album X100PRE. Oltre a rappresentare 4 minuti e 45 secondi di pura magia, il singolo RLNDT è l’ennesima conferma di quanto la musica e la presenza mediatica di Bad Bunny siano pregne di attivismo e impegno sociale. Il titolo sta per Rolandito, nomignolo affettuoso di Rolando Salas Jusino, bambino portoricano scomparso il 7 luglio 1999 a Toa Alta.

ODIO (ft. J Balvin)

Il joint project OASIS (2019) era stato annunciato congiuntamente da Bad Bunny e J Balvin già nel 2018, scatenando l’euforia del pubblico. Fra le 8 tracce in tracklist, non mancano gli instant classic come La Cancion. Noi però vi invitiamo a riscoprire le lines palpitanti di ODIO, soprattutto se siete appena usciti male da una relazione e l’altalena dell’odi et amo vi sta consumando nel profondo. Il ritornello del brano cattura alla perfezione quello scontro di forze.

BYE ME FUI

Passiamo ora a Las Que No Iban a Salir, progetto pubblicato da Bad Bunny il 10 maggio 2020 per dare un po’ di spensieratezza alla fan-base sfiancata dal lockdown. Anche qui non mancano i successi planetari (Como Se Siente RMX in particolare, che riprende il successo di JhayCo), ma vogliamo consigliarvi due brani meno chiacchierati dalle nostre parti: da un lato c’è il trasporto di BYE ME FUI, dall’altro l’energia di BAD CON NICKY.

BAD CON NICKY (Bad Bunny ft. Nicky Jam)

25/8

Chiudiamo con l’ultima fatica discografica targata Bad Bunny. I pezzi forti contenuti in YHLQMDLG si sprecano, da Safaera a Ignorantes, passando per Esta Cabron Ser Yo fino a Yo Perreo Sola.

Ci limitiamo a segnalarvi due prove comunque molto apprezzate, ma altrettanto azzeccate per ricordare le indubbie skills da rapero di Bad Bunny ai più scettici sul valore della latin music. 25/8 la dedichiamo a voi.

Infine, una masterclass di reggaeton vecchia scuola: Bichiyal, che frantuma il dembow con un perreo street movie concepito attorno ad una figura femminile, la ‘bichiyal’, divisa tra l’upper class e la Porto Rico più maleantea.

BICHIYAL (Bad Bunny ft. Yaviah)

Articolo Precedente
Massimo Ranieri - Qui e adesso

Massimo Ranieri, rimandato il programma "Qui e Adesso": stasera su Rai 3 il documentario su Maradona

Articolo Successivo
Cara, sul set del video di Lentamente. Foto di Byron Rosero

Cara: «Dai flussi di coscienza a Basquiat, "99" è il mio punto di partenza»


Articoli correlati
Total
12
Share