Zero Assoluto: in anteprima il video di “Astronave” (scritta con Gazzelle)

Il cantautore romano aveva già collaborato con il duo con il featuring nel singolo Fuori Noi dell’estate scorsa. Adesso si rinnova il sodalizio artistico con un nuovo brano di cui è co-autore
Zero Assoluto - Astronave

Il sodalizio fra gli Zero Assoluto e Gazzelle si era già palesato l’estate scorsa con il singolo Fuori Noi. Adesso il cantautore romano rinnova il rapporto di collaborazione, non più come featuring ma come co-autore di un brano. Il 19 febbraio infatti è uscito sulle piattaforme digitali e in rotazione radiofonica il nuovo singolo del duo, Astronave. Lo accompagna un videoclip che vi presentiamo oggi in anteprima.

Il brano è stato prodotto da Federico Nardelli, già collaboratore di fiducia di Gazzelle. Dopo aver raccontato i dettagli di un amore con il precedente singolo Cialde (scritto con Colapesce), Astronave è il racconto di una storia che finisce e di una persona che se ne va. La fine di una storia porta con sé bagagli di stati d’animo, alcuni difficili, alcuni struggenti, a volte piacevoli, altri ancora liberatori.

«Quando stai male, ci sono canzoni che ascolti per stare ancora peggio. Altre canzoni invece che ascolti per trovare conforto», raccontano gli Zero Assoluto «Ecco, Astronave per noi rientra in questa seconda categoria. È una canzone che dà coraggio. È il racconto di una storia che finisce. Ma a volte bisogna avere il coraggio di lasciare andare».

«Sono legato a loro, alla loro musica», ci ha detto Gazzelle a proposito degli Zero Assoluto nel corso di una lunga intervista che troverete sul numero di marzo di Billboard Italia. «Sono stati il sottofondo di alcuni momenti della mia adolescenza che non posso dimenticare. Quelle canzoni hanno un valore per me, quindi. Quando li ho conosciuti di persona, è scattata subito una grande amicizia. Quando si è trattato di fare un featuring con loro ho detto subito di sì, perché gli voglio bene».

Guarda in anteprima il video di Astronave degli Zero Assoluto

Zero Assoluto – Bio

La storia degli Zero Assoluto (Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi) inizia tra i banchi del Liceo Classico Giulio Cesare di Roma. I singoli a cavallo nei primi Duemila, tra cui Mezz’ora, la stabile presenza in programmi su RTL 102.5 e il lancio del primo album Scendi fortificano l’immaginario del duo, che nel 2005 raccoglie il primo grande successo con Semplicemente (doppio disco di platino), seguito nel 2006 dalla partecipazione al Festival di Sanremo con Svegliarsi la Mattina, singolo più venduto dell’anno in Italia.

Nel 2006 pubblicano Sei Parte di Me, aggiudicandosi il premio Rivelazione dell’anno al Festivalbar. In autunno collaborano con Nelly Furtado nella hit All Good Things (Come to an End). A una nuova partecipazione a Sanremo nel 2007 segue il secondo album (disco di platino), Appena Prima di Partire. Federico Moccia sceglie il duo per partecipare alla colonna sonora di Scusa ma ti chiamo amore e successivamente a quella del sequel Scusa ma ti voglio sposare.

Nel 2009 escono l’album Sotto una Pioggia di Parole e l’omonimo libro. Il 2015 li vede nuovamente sul palco del Festival con il brano Di Me e di Te, dopo la pubblicazione del quinto album (Alla Fine del Giorno). Il 2020 è l’anno del ritorno sulla scena musicale, con la pubblicazione di due singoli: Fuori Noi feat. Gazzelle, pubblicato a luglio, e Cialde, pubblicato a ottobre e scritto in collaborazione con Colapesce.

Articolo Precedente
Naomi Campbell a Cannes nel 2018, foto di Georges Biard flickr.com CC BY-SA 4.0

Sanremo 2021, primo forfait: Naomi Campbell non ci sarà

Articolo Successivo

Simona Molinari firma per BMG e annuncia due date a novembre


Articoli correlati
Total
18
Share