Love and Peace non è solamente il disco di Shel Shapiro e Maurizio Vandelli, in uscita il prossimo 21 settembre per Sony Music. È il punto di arrivo di un percorso davvero sorprendente. Anzi, è il punto di arrivo di due percorsi che, a un certo punto, hanno deciso di unirsi.

Shapiro e Vandelli. Equipe 84 e The Rokes. Due modalità diverse di affrontare il palcoscenico. Due realtà che, ognuna a modo suo, hanno segnato profondamente la cultura musicale del nostro Paese già dagli anni Sessanta. Il primo incontro tra i due non è stato dei migliori. Vandelli propose a Shapiro di esibirsi insieme. Era il giorno dell’apertura del Piper, nel 1965. La risposta fu un semplice “No”.



Da allora, però, l’idea di collaborare insieme è rimasta nella testa di entrambi. Al punto da decidere di fare un disco insieme. Nonostante (e, a questo punto, forse “grazie”) alle loro differenze e ai loro scontri.

Il riferimento del titolo del disco è chiaramente al periodo vissuto da vicino dai due artisti: «La nostra storia nasce in quegli anni, dal periodo del Flower Power, del pacifismo, del movimento giovanile ecc. Ma questo titolo vuole essere un segno di solidità e non di rifiuto. Abbiamo bisogno seriamente di abbracciare il mondo e di allargare le mani verso tutti», ha spiegato Shapiro. Vandelli è più tranchant: «Il Love & Peace di quel tempo l’ho vissuto, magnato e già digerito. Secondo me queste due parole dobbiamo ricordarcele innanzitutto noi due, che non siamo d’accordo su nulla. Grazie a Dio per la creazione del disco abbiamo avuto la mediazione del grandissimo produttore Diego Calvetti».

Questo progetto discografico non vuole essere un’operazione nostalgia: «Cantare insieme le nostre canzoni è stato emozionante. La gente vuole emozionarsi, e anche noi vogliamo farlo», hanno spiegato (stranamente in completo accordo).



Oltre al disco, i due artisti sono pronti anche per un tour insieme (a questo link le prime date annunciate). «Diremo delle cose, sicuramente più lui che me», ha spiegato Vandelli, «Parleremo tra noi ma non sarà sicuramente un concerto di chiacchiere. Sarà un concerto con un grande power musicale». Una curiosità: Shapiro e Vandelli hanno anche spiegato che, tra le nuove leve, apprezzano Maneskin, The Kolors e Thegiornalisti.

A chiudere la conferenza stampa, un ricordo di Vandelli dell’amico Lucio Battisti: «È stata una delle persone più simpatiche e più allegre che io abbia mai conosciuto. Un giorno stavamo incidendo io e lui da soli quello che avrebbero dovuto incidere trenta elementi di un’orchestra. Lui a un certo punto mi ha guardato in modo strano e mi ha detto “A Maurì, te devo dì una cosa. Io ho imparato a cantare da te”. Io ero felicissimo e ho ringraziato. Lui però ha chiuso così: “Però ho corretto i tuoi errori”».

La tracklist di Love and Peace di Shel Shapiro e Maurizio Vandelli

  1. Che Colpa Abbiamo Noi 
  2. Tutta Mia la Città 
  3. Un Angelo Blu
  4. Bang Bang
  5. È la Pioggia Che Va
  6. Nel Cuore e Nell’Anima
  7. Io Ho in Mente Te
  8. Bisogna Saper Perdere
  9. When You Walk in the Room
  10. 29 Settembre
  11. Io Vivrò Senza Te
  12. Piangi con Me
  13. You Raise Me Up