Santachiara: guarda in anteprima il video di “Felicità Artificiale” e “Tutto Apposto”

I due singoli del giovane cantautore costituiscono un unico viaggio, e il videoclip che li accompagna è un percorso attraverso diverse “stanze”
Santachiara - Felicità Artificiale - Tutto Apposto - foto di Sudio Kaktus
Foto di Sudio Kaktus

A breve distanza da Felicità Artificiale è uscita Tutto Apposto (SuoniVisioni Records / Carosello Records), nuovo singolo del giovane cantautore Santachiara. I due brani fanno parte di un unico viaggio: il primo racconta il dialogo interiore che porta il cantautore a ritrovare una serenità forzata, con cui darsi nuovo slancio di fronte agli ostacoli; il secondo rappresenta la ricaduta dalla consapevolezza appena conquistata verso l’incertezza e i dubbi della vita, dove Santachiara si sente impotente difronte al corso degli eventi. Per questo li accompagna un unico videoclip, che vi presentiamo oggi in anteprima.


«Tutto Apposto non è la vocina interiore ma il grido disperato, una frase detta ad alta voce in mezzo a gente che neanche ci ascolta», dice Santachiara. «Dopo tutte le riflessioni dello stare da soli, la notte, il parlare a se stessi sinceramente (Felicità Artificiale) c’è il momento della consapevolezza, della realtà. Consapevolezza che, tuttavia, dura poco e in breve tempo crolla, con il crescendo dei dubbi e dell’incertezza che la vita comporta».


Sul videoclip, da lui stesso scritto, aggiunge: «È da quando sono piccolo che ho una grande passione per il cinema. Sono cresciuto con Memento di Nolan, e il Fincher di Seven. Ho quasi pianto vivendo le atmosfere di Amarcord e Ladri di Biciclette, fatto mille domande vedendo Lynch e riso con La Grande Bellezza. Ho sempre sognato di trasformare una mia idea, una mia canzone, in un video e con questo ci sono riuscito».

E ancora: «I due pezzi sono parte di un concetto comune ma comunque molto diversi tra loro. Sono due stanze. C’è il limbo di Felicità Artificiale in cui tutto va al contrario, le domande (con la riflessione) diventano risposte, lo sporco diventa pulito, l’incertezza diventa una certezza. Una volta pronto, dopo aver riflettuto, e forte delle mie conclusioni posso andare nell’altra stanza, Tutto Apposto».

Guarda in anteprima il video di Felicità Artificiale e Tutto Apposto di Santachiara

Santachiara – Bio

Luigi Picone, in arte Santachiara, nasce ad Alberobello nel 1998. Passa la sua infanzia in giro per l’Italia viaggiando con i suoi genitori, artisti di strada, e crescendo in un ambiente pieno di stimoli culturali. Trascorre la sua adolescenza a Spoleto, per poi trasferirsi a Napoli nel quartiere Santa Chiara, cuore del centro storico della città.

Si appassiona al rap sin da ragazzino, ma gli sta stretto e inizia a prendere ispirazione dalla musica più disparata: dal cantautorato italiano al rock, passando per la techno, la classica e l’urban. Studia pianoforte e chitarra e inizia a mescolare su GarageBand i Radiohead con Mozart e i Nirvana, pescando da tutto quello che ascolta, ed è un gioco che fa insieme al compagno di studi Andrea (UNTITLED). Non hanno uno studio di registrazione vero e proprio e così smontano il salotto di casa, costruendo mini-opere di ingegneria casalinga in cui sedie e tavoli reggono microfoni, mixer e PC.

Sceglie di chiamarsi Santachiara “perché ho scritto e registrato le mie prime canzoni in quel piccolo appartamento in via Santachiara 1, nell’omonimo quartiere di Napoli”. Debutta discograficamente nel giugno del 2020, tirando fuori tre singoli in un mese: quindi, io e me e alba. Nel 2021 la sua crescita artistica prosegue con la pubblicazione dei singoli credimi e passi falsi e con la sua prima data live al Mi Manchi, Ancora.


Articolo Precedente

Gender gap: Italia Music Lab annuncia partnership con Equaly e Keychange

Articolo Successivo
Paky. Foto ufficio stampa

La rabbia, l'idea di vita e di morte, l'autenticità di Paky. L'incontro nella sua Rozzano

Articoli correlati

Total
18
Share