Faccio Quello che Voglio. È questo il nome del nuovo brano di Rovazzi, già candidato a tormentone dell’estate 2018 (esce venerdì 13 luglio). Una canzone che – così come le precedenti dell’icona del web – vuole divertire e, soprattutto, vuole rimanere in testa per molto tempo. Ma, a guardarci bene, questo brano significa molto di più.

Dopo un allontanamento dell’artista nei confronti di Fedez, Rovazzi è tornato sui suoi passi, ha aperto una sua società (la Raw srl) e ha cercato il suo ruolo nel panorama artistico del nostro Paese: «Io non amo parlare dei fatti miei. Sarò sempre grato a Fede per la mano che mi ha dato nel mio percorso. Ma abbiamo idee differenti e io ho velleità diverse dalle sue. Spero che i rapporti si risanino nel tempo», ha confidato.

La video intervista di Billboard Italia a Fabio Rovazzi



E quindi? Attore, cantante, regista? Chi è oggi Rovazzi? Guardando il videoclip di Faccio Quello che Voglio (che a dir la verità è un vero e proprio corto, con i cameo di Gianni Morandi, Carlo Cracco, Eros Ramazzotti, Fabio Volo, Rita Pavone, Massimo Boldi, Flavio Briatore, Roberto Pedicini e Diletta Leotta) sembra un ragazzo che ama semplicemente sperimentare. E mettere la propria arte nei progetti in cui è coinvolto.

Infatti, la professionalità e la creatività presenti nel videoclip sono evidenti, ma Rovazzi vuole mettere in chiaro le cose: «Non aspiro a diventare un cantante. Il mio sogno? Fare un film. Scritto e diretto da me. Ma c’è un tempo per tutto».

Nel brano Fabio Rovazzi ha coinvolto le voci di Nek, Emma e Al Bano: «Il pezzo secondo me è molto forte. Ha una linea melodica orecchiabile. Il mio dubbio era quello di avere due ritornelli con due cantanti diversi, ma Emma e Nek stanno molto bene insieme», ha spiegato.