“La Vecchia Guardia”: in anteprima il video di Jacopo Et feat. Jake La Furia

L’artista bolognese ha già alle spalle un solido percorso come autore per artisti da Annalisa a Max Pezzali. Ma adesso ha deciso di mettersi in gioco in prima persona: lo fa con questa ballad impreziosita dalla collaborazione del grande rapper milanese
Jacopo Et feat. Jake La Furia - La Vecchia Guardia - anteprima

La Vecchia Guardia è il singolo che lancia l’entrata di Jacopo Et nel roster di Garrincha Dischi. L’autore bolognese (che ha all’attivo collaborazioni con artisti come Annalisa, Fedez, Gaia e Max Pezzali, per il quale quale ha firmato la recente Qualcosa di Nuovo) inizia così un nuovo percorso in cui è pronto a metterci la faccia. La partenza con questa irriverente ballad è dirompente anche grazie alla preziosa collaborazione di Jake La Furia.

«Con Jake è nata un’amicizia tra una giornata in studio e l’altra», racconta Jacopo. «Ci siamo conosciuti da Big Fish, con il quale mi ha bullizzato dal primo giorno e mi bullizza tutt’ora… Quando gli ho fatto sentire il demo de La Vecchia Guardia si è preso molto bene. Mi ha chiesto di farglielo sentire altre volte. Inizialmente io non ci avevo nemmeno pensato al featuring. A dir la verità, non mi ero neanche permesso di chiederglielo. Però poi gliel’ho buttata lì e lui mi ha risposto: “Con grande piacere”».

E a proposito del videoclip ufficiale del brano, diretto da Isa Kibon (Marco Santi), spiega: «L’idea del video è nata quasi insieme alla canzone e voleva un po’ ribaltare i cliché dei video street. I protagonisti sono dei rapper che vorrebbero svoltare e fare il grano e ci stanno ancora provando, anche se hanno 70 anni».

Guarda in anteprima il video de La Vecchia Guardia di Jacopo Et feat. Jake La Furia

Jacopo Et – Bio

Jacopo Et nasce a Forlì nel 1990, ma nel 1994 si trasferisce a Bologna, dove è cresciuto e dove si sente a casa. Nasce in una famiglia di musicisti, ma con la musica inizia a far sul serio a 14 anni, cimentandosi con le prime produzioni dance e iniziando a scrivere le prime rime, per poi buttarsi sull’hip hop.

Nel 2006, insieme ad altri ragazzi militanti della scena rap bolognese, fonda il collettivo Arena 051 grazie al quale apre i concerti di grandi dell’hip hop italiano come Kaos e i Colle del Fomento. Abbandonato il mondo dell’hip hop e avvicinatosi a quello dei “ritornelli”, nel 2013 firma il suo primo contratto con una major che, però, non porta ad alcuna pubblicazione.

Dopo un anno a Londra, una laurea in giurisprudenza e un lavoro come legale, inizia a collezionare i primi lavori come autore per altri artisti, raccogliendo riscontri positivi che lo portano presto ad abbandonare definitivamente la carriera giuridica.

Negli anni continua a collezionare importanti collaborazioni con numerosi artisti del panorama mainstream contemporaneo (tra i quali Annalisa, Fedez, Gaia e Max Pezzali, fra gli altri) e firma alcune hit di successo. Nel 2019 pubblica Night Club, il suo primo EP autoprodotto, e un anno dopo firma un contratto discografico con la bolognese Garrincha Dischi.

Articolo Precedente
Voodoo Kid - amor requiem - intervista

Il requiem d'amore di Voodoo Kid, nuova chicca fra urban e R&B

Articolo Successivo

Anche Halsey, snobbata dai Grammy, attacca: «C'è sotto un giro di bustarelle»


Articoli correlati
Total
3
Share