La nostra intervista a Emma, nel nome del cambiamento e della “Fortuna”

Abbiamo incontrato Emma in occasione dell’uscita del suo nuovo progetto di inediti “Fortuna”. Ecco cosa ci ha raccontato di questo speciale momento
La nostra intervista a Emma, nel nome della Fortuna
Emilio Tini

Il disco di Emma lo abbiamo ascoltato per la prima volta lunedì 21 ottobre e lo scorso martedì abbiamo realizzato la video intervista che potete vedere sui nostri canali.

Abbiamo però deciso di pubblicare oggi l’articolo perché volevamo ascoltarlo con calma, più volte, per poter scrivere un testo che fosse figlio di più ascolti e che ci facesse cogliere tutte le sfumature di questo album, su cui Emma e il suo entourage puntano molto.

È passato quasi un anno da Essere Qui – Boom Edition. Emma torna con Fortuna, un nuovo album di 14 tracce che la vede continuare un percorso di evoluzione e di ricerca. Il disco nasce e si sviluppa sull’asse Milano-Roma-Los Angeles, città in cui la stessa Emma ha svelato di lavorarci proprio grazie alle storie postate sul suo Instagram in cui ha “svelato lo svelabile” ai propri fan. Ma non solo.

La title-track che apre l’album, Fortuna, è un brano elettronico, scritto dalla stessa Emma e prodotto da Dardust che ha messo mano su altri otto brani di questo album. Non sarà l’unica canzone scritta dalla cantante che firma altri due brani del disco: AlibiDimmelo Diversamente.

Per il resto degli autori, Emma si è affidata a una squadra di top player. Chi sono? Elisa, Dario Faini, Diego Mancino, Amara, Davide Petrella, Giulia Ananìa, Davide Simonetta. Ma anche Giovanni Caccamo, Simone Cremonini, Marta Venturini e Daniele Magro, Lorenzo Vizzini, Vanni Casagrande, Maurizio Carucci.

Per quanto riguarda la produzione, oltre a Dardust il resto delle produzioni sono curate da Luca Mattioni, Elisa e Frenetik & Orange.

L’album ha tutto quello che serve per accontentare anche un non-fan di Emma. Dal brano elettronico a quello pop, dalla hit radiofonica al mezzo tempo, fino alle ballad, che sono quattro. E in cui vocalmente la cantante salentina mette in risalto tutte le qualità che le appartengono. Il consiglio che ci permettiamo di dare è quello di ascoltarlo più volte per apprezzare davvero il lavoro svolto da Emma e dal suo team.

In occasione del press day, l’abbiamo intervistata e abbiamo fatto quattro chiacchiere dopo il primo ascolto dell’album. Abbiamo anche parlato del suo 2020 in cui festeggerà 10 anni di carriera (e pure il suo compleanno) il 25 maggio all’Arena di Verona.

Guarda qui la nostra video intervista a Emma

Articolo Precedente
LP1 è il primo album da solista di Liam Payne

"All I Want (For Christmas)" è il nuovo singolo di Liam Payne

Articolo Successivo
L'opening del primo live di XF13

Scopri cosa sta dietro all'opening del primo Live di X Factor 2019

Articoli correlati
Total
5
Share