Guarda in anteprima il video di “Muovere Maree” di Gulino

Il cantautore (già frontman dei Marta sui Tubi) nel 2020 ha iniziato il suo percorso solista. Il nuovo singolo, uscito il giorno del solstizio d’estate, racconta allegoricamente l’amore fra il sole e la luna
Gulino - Muovere Maree - anteprima - foto di Luca Stabile
Foto di Luca Stabile

Il 25 giugno, nella notte di San Giovanni, che celebra il solstizio d’estate, è uscito Muovere Maree, il nuovo singolo solista di Gulino (già frontman dei Marta sui Tubi) che anticipa il nuovo album in lavorazione. “Un’allegoria dell’amore tra una stella e un satellite – la luna e il sole – che hanno modo di potersi sfiorare solo in rari momenti del loro orbitare”, spiega una nota stampa. Il brano è accompagnato da un videoclip che vi presentiamo oggi in anteprima.

Il solstizio è il momento in cui il Sole sembra fermarsi: il suo percorso raggiunge la massima distanza dall’orbita terrestre. È lì che la stella tenta di sedurre la Luna, decisa ad averla. La Luna ne è attratta, ma ha una missione: prendersi cura del pianeta Terra e guidare i suoi cicli. Nel brano Gulino dà voce agli elementi celesti. Archetipi del principio maschile e femminile, si incontrano, danzano e si riallontanano, destinati a ripeterlo per sempre. Nonostante il loro amore non si risolva, luna e sole rimarranno indissolubilmente legati, centro di attrazione l’uno per l’altro e per la realtà circostante.

«Luci e ombre, fuoco e acqua, giorno e notte. Il brano di Gulino raccoglie tutte questo», dice il regista Fabio Falzarano. «Così ho voluto dar vita a una sequenza di immagini in rapida successione, che fossero capaci di dare l’illusione del movimento e restituire un fugace colpo d’occhio sull’invisibile».

Gulino ha iniziato la sua carriera solista nel 2020, con l’album Urlo Gigante, dopo 15 anni e 7 album come cantante e autore dei Marta sui Tubi. Prodotto da Andrea Pettinelli & Lo ZOO di Berlino, Muovere Maree inaugura la collaborazione tra Gulino e il Consorzio ZdB, etichetta nata sul modello della Cramps di Gianni Sassi, che ha uno storico di collaborazioni con artisti della mitica indipendente milanese.

Guarda in anteprima il video di Muovere Maree di Gulino

Prossimi concerti

12 luglio – Roma, Punch

13 luglio – Molinella (BO), Summer on a Solitary Street

14 luglio – Padova, Arcella Bella

18 luglio – Bergamo, Spazio Polaresco

19 luglio – La Maddalena (SS), Piazza XXIII febbraio

21 luglio – La Maddalena (SS), Vineria Nini

30 luglio – Marsala (TP), Salina Genna

Articolo Precedente
Gianni Morandi - intervista - L'Allegria

Gianni Morandi: «Resto al passo coi tempi grazie ad Anna, che è malata di rap»

Articolo Successivo
Gianmarco Tamberi - Marcell Jacobs

Eccellenze italiane: le reazioni degli artisti all'oro olimpico di Tamberi e Jacobs


Articoli correlati
Total
8
Share